Giardini

Cos’è il compost senza torba e perché dovrei comprarlo?

Probabilmente hai già sentito parlare del compost senza torba, o forse l’hai visto sugli scaffali dei centri di giardinaggio. Potresti anche usarlo nel tuo giardino. Ma sai esattamente cos’è, e perché è un argomento così caldo? Se non sei sicuro, siamo qui per spiegartelo.

La maggior parte dei giardinieri conosce l’importanza di un buon compost per fertilizzare le piante e migliorare il terreno. Infatti, molte persone scelgono di fare il proprio compost nel loro giardino – è più economico che comprare sacchi già pieni ed è un ottimo modo per riciclare gli scarti di cibo. Ma non tutti hanno il tempo e lo spazio per fare da soli tutto il compost di cui hanno bisogno.

Fino a poco tempo fa, il compost di torba era una scelta obbligata per molti giardinieri che avevano poco tempo e avevano bisogno di dare una spinta alle loro aiuole. È in grado di trattenere l’umidità e, poiché è fatto con piante parzialmente decomposte, è ricco di sostanze nutritive. Ma al giorno d’oggi, sempre più persone sono consapevoli dei danni che la raccolta della torba causa all’ambiente e scelgono invece di andare senza torba. E una volta che conosci tutti i fatti sulla torba, è probabile che lo farai anche tu.

un sacchetto di compost da giardino con cazzuola a mano

Compost senza torba: tutto quello che devi sapere

Curioso di saperne di più? Sei venuto nel posto giusto. Qui di seguito rispondiamo a tutte le domande che ti potresti porre sul compost senza torba.

Cos’è la torba?

Cominciamo a vedere cos’è la torba. Si tratta principalmente di materia vegetale decomposta, che si è parzialmente scomposta nel corso di migliaia di anni in aree paludose note come torbiere. La maggior parte delle torbiere si trova nell’emisfero settentrionale, anche se ci sono torbiere anche nelle regioni tropicali, come il sud-est asiatico e il Sud America.

Per raccogliere la torba, tutta la vegetazione delle torbiere viene rimossa e le torbiere vengono drenate. La torba raccolta è stata poi usata non solo come compost per i giardini, ma anche come combustibile per il riscaldamento e l’elettricità nel corso degli anni.

Tuttavia, la torba si accumula molto lentamente – al ritmo di 1-2 mm all’anno. Questo è molto più lento di quello che viene raccolto, il che significa che è una risorsa non rinnovabile. Quindi, non è sicuramente una buona idea usarla se stai puntando a un giardino sostenibile.

torbiere in Scozia

Cos’è il compost senza torba?

Il compost senza torba è – avete indovinato – un compost che non contiene affatto torba. È importante notare che molti prodotti di compost multiuso includono la torba, il che non è sempre chiaro a prima vista.

Tuttavia, il compost senza torba sta diventando sempre più disponibile all’acquisto. Come spiega la RHS, per crearlo si può usare una miscela di materiali organici e inorganici, tra cui cose come il cocco (fibra di cocco), corteccia compostata o rifiuti verdi, graniglia e perlite. Diverse formulazioni hanno diversi equilibri di nutrienti”, dicono, quindi è una buona idea leggere attentamente l’etichetta per verificare l’idoneità del compost per il vostro giardino.

Naturalmente, puoi anche fare il tuo compost a casa. E se vuoi accelerare il processo, perché non provare il compostaggio con i vermi o il compostaggio a caldo?

compost senza torba

torba che viene scavata

Il compost senza torba è buono?

La qualità del compost senza torba è molto migliorata nel corso degli anni, come dice la RHS. Quindi, anche se l’hai provato in passato e hai avuto scarsi risultati, vale la pena provare di nuovo – specialmente se consideri quanto sia meglio per l’ambiente.

Il compost a base verde tende ad avere tonnellate di sostanze nutritive che lo rendono una buona scelta per il pacciame o come ammendante. Il compost a base di legno è generalmente buono per il drenaggio, mentre la fibra di cocco è un buon terreno di coltura grazie alla sua struttura aperta.

I benefici nutrizionali possono anche durare più a lungo rispetto al compost di torba. Craig Sams, presidente esecutivo del marchio di compost organico Carbon Gold, dice che “molti di questi prodotti offrono risultati molto più duraturi, offrendo un miglior rapporto qualità-prezzo nel lungo periodo. Per esempio, il compost a base di fibra di cocco contenente biochar durerà fino a quattro volte di più della sua controparte di torba, mentre l’ammendante a base di biochar fornisce benefici permanenti”.

Tuttavia, quando si fa il cambio, vale sempre la pena fare delle ricerche e controllare che la miscela scelta sia adatta a qualsiasi uso si voglia fare – che si tratti di pacciamatura, di semina o di piantare i contenitori. Potrebbe anche essere necessario modificare in qualche modo il vostro approccio abituale. Per esempio, Peter Hill spiega in The Guardian come i compost a base di fibra di cocco spesso sembrano asciutti in superficie quando in realtà sono ancora umidi. Questo può portare a problemi di irrigazione eccessiva.

piantine che crescono nel compost senza torba

Il compost senza torba è più costoso?

Si dice che i prezzi del compost senza torba siano più alti di quelli del tradizionale compost in busta contenente torba. E, se sei alla ricerca di idee economiche per il giardino, questo potrebbe essere un problema. Abbiamo chiesto a Craig Sams di Carbon Gold di spiegare perché i giardinieri stanno vedendo questa disparità di prezzi.

Craig sottolinea che la ragione principale della disparità dei prezzi ha a che fare con l’enorme differenza nelle scale di produzione. La domanda di prodotti senza torba sta crescendo, ma la grande maggioranza dei produttori di compost senza torba al momento sono molto più piccoli di quelli che vendono ancora torba. I produttori di alternative senza torba, che utilizzano risorse organiche come il biochar e la fibra di cocco, tendono ad operare su una scala molto più sostenibile rispetto ai produttori di compost di torba”, dice Craig.

Craig fa anche notare che, mentre la torba è più economica, i suoi costi a lungo termine per l’ambiente sono alti: “I prodotti a base di torba tendono ad essere prodotti da grandi organizzazioni che coltivano la torba su larga scala, distruggendo un ricco ambiente biodiverso nel processo. La torba è economica – basta drenare una torbiera e spalare la torba in sacchi di compost. Quello che si lascia dietro è un pasticcio che emette gas serra. Se si dovesse pagare una tassa sul carbonio, la torba sarebbe il compost più costoso di tutti”.

Poi ci sono altri dettagli del processo di produzione da considerare, come eventuali certificazioni appropriate (molti prodotti senza torba sono anche certificati dalla Soil Association) e i materiali di imballaggio: ‘I produttori biologici favoriscono anche processi di produzione e imballaggi più etici e biologici, e tutto questo costa.’

compost di verdure

Ma alla fine, il costo più alto del compost senza torba è temporaneo. ‘Con l’aumento della domanda di prodotti senza torba, i produttori biologici beneficeranno delle scale di economia’, conclude Craig. Paradossalmente, anche se l’alta domanda sta attualmente spingendo verso l’alto i prezzi per un prodotto che non è prodotto su una scala abbastanza alta, questa stessa domanda, alla fine, aiuterà i produttori ad aumentare la scala di produzione e a ridurre i prezzi.

In alternativa, puoi sempre provare a fare il tuo compost a casa: è gratis e, se controlli quello che ci metti, può essere perfetto per il giardinaggio biologico.

torbiere che vengono scavate

Menu