Giardini, Piante

Piante velenose per i gatti: i fiori e il fogliame che non sono così felini

Piante velenose per i gatti – è bene sapere se sei il fortunato proprietario di un amico felino. Questo è particolarmente vero se si possiede anche un giardino, o anche se si ha solo qualche pianta in vaso in casa.

Perché proprio come ci sono le piante più velenose per i cani, ci sono alcune piante che possono far ammalare davvero molto anche il tuo micio. E ovviamente, nessuno vuole questo. Ma essere al corrente può aiutarvi a riconsiderare quali piante portare nel vostro appezzamento in primo luogo – o almeno, ispirare una buona selezione.

Come dice la veterinaria Lynne James del People’s Dispensary for Sick Animals (PDSA), “Possedere un animale domestico non significa che non puoi avere un bel giardino, dovrai solo fare un po’ più di pianificazione per aiutarti a stare lontano da qualsiasi pianta che potrebbe essere dannosa”.

Quindi, per aiutarti a creare un paradiso fiorito (o frondoso) di cui sia tu che il tuo felino a quattro zampe possiate godere, abbiamo raccolto alcune delle piante di cui diffidare. Continua a leggere per saperne di più.

Diffidate dei gigli

Piante velenose per i gatti: giglio arancione

Se hai seguito di recente la nostra guida su come coltivare i gigli o sei semplicemente un appassionato, allora c’è qualcosa che devi sapere. Molte specie di gigli sono potenzialmente letali per i gatti”, avverte il veterinario PDSA Lynne James, “tutte le parti della pianta sono tossiche”. Anche solo un morso su una foglia, uno stelo o un fiore può essere dannoso.

Potreste chiedervi perché un gatto dovrebbe mai provare a mangiare un giglio, ma non è tanto il mangiare che è il problema. Sapete che i gigli tendono ad avere stami coperti di polline, che possono macchiare in modo piuttosto fastidioso il tappeto se non li prendete in tempo? Bene, come si è scoperto, il rischio quando si tratta di gatti è il polline che si impiglia nella loro pelliccia quando ci passano davanti.

Come spiega Lynne James, questo polline può essere involontariamente leccato dai gatti mentre si puliscono. È vero, è più di un problema intorno ai mazzi di fiori in casa, ma è sicuramente qualcosa di cui essere consapevoli.

Come spiega la PDSA, non si tratta solo di specie come Arum, Tiger, Easter e Stargazer – anche l’adorabile mughetto è da evitare. Purtroppo, sia i fiori che le foglie contengono una tossina che può portare a disturbi di stomaco, problemi cardiaci, crisi e persino collassi.

Attenzione ai bulbi primaverili

Piante velenose per i gatti: tulipani rosa

I bulbi offrono un allegro tocco di colore a qualsiasi giardino, oltre alla promessa di un clima più caldo. Forse avete già visto la nostra guida su come piantare i bulbi, o anche come forzare i bulbi in casa per un’esposizione anticipata. Ma sii prudente quando si tratta di piantare bulbi intorno ai gatti.

Come regola generale, evitate piante con bulbi come narcisi o crochi autunnali”, dice il veterinario PDSA Lynne James. Questi possono spesso essere velenosi, specialmente se il vostro animale domestico scava e mangia i bulbi”. Un’alternativa da considerare sono le margherite africane, che illumineranno il vostro giardino e non sono tossiche per i gatti (e i cani)”.

I narcisi, anche se hanno un aspetto allegro, possono essere potenzialmente letali per i piccoli animali. E se amate portarli in casa per rallegrare la vostra casa (chi non lo fa?), assicuratevi che siano ben fuori dalla portata. Gli effetti negativi possono verificarsi anche se il vostro gatto beve semplicemente l’acqua dal vaso di un mazzo, come consiglia la PDSA.

Altri bulbi di cui diffidare sono bucaneve, tulipani, giacinti e Amaryllis.

Riconsiderate il vostro impianto in stile cottage garden

Piante velenose per i gatti: lupini

Se amate le nostre idee di giardino in stile cottage, potreste essere tentati di ricreare voi stessi il look romantico. Ma prima di iniziare, è importante fare un po’ di ricerche, perché questo stile include molte piante che sono velenose per i gatti.

Come consigliato dal team di Cats Protection, i tipi pericolosi includono Clematis, Delphinium, pisello dolce, Nicotiana, Digitalis, Aquilegia e lupini. Potrebbero essere alcune delle migliori piante da giardino, ma non sono così favolose se il vostro gatto le prende.

La PDSA mette anche in guardia contro i gerani, che sono velenosi sia per i gatti che per i cani. Anche l’azalea e il rododendro sono un grosso problema: sono altamente tossici anche se si mangiano solo poche foglie. E se amate i nostri consigli su come piantare un prato di fiori selvatici per una zona più naturale del vostro appezzamento, allora fate attenzione all’ambrosia. Le sue fioriture gialle possono aggiungere colore al sole, ma come consiglia il PSDA, anche piccole quantità possono essere fatali per gli animali domestici.

Altre piante di cui diffidare, secondo Cats Protection, includono (ma non sono limitate a) bosso, crisantemo, ortensia, iris, glicine, rudbeckia e gelsomino.

Attenzione ai gatti e alle piante da interno

Piante velenose per i gatti: pianta della gomma in vaso

Se ti sei ispirato alle nostre idee di giardino interno, fai attenzione che i tuoi nuovi tesori vegetali non siano tossici per il tuo gatto. Come consiglia Cats Protection, le varietà velenose includono la pianta della gomma (vista sopra) la canna da zucchero (che può anche irritare la pelle) e le felci. Anche le piante da festa sono un pericolo – questo include la stella di Natale, l’agrifoglio e il vischio.

Per i giardinieri interni che vogliono coltivare verdure in vaso, è bene ricordare che i pomodori sono tossici. Questo include le foglie e qualsiasi frutto acerbo, dice la PDSA.

Il Curio rowleyanus (filo di perle) sta avendo un po’ di successo quando si tratta di idee di piante da interno. Spesso posizionata in alto, le sue eleganti scie di fogliame possono essere molto attraenti per i gatti giocherelloni. Ma, secondo Julia Wilson di Cat-World, può portare all’insufficienza epatica (anche se solo se mangiata in grandi quantità, nella maggior parte dei casi). Tuttavia, piccole dosi possono portare a disturbi di stomaco, mentre l’esposizione alla linfa può causare irritazioni cutanee.

Quali sono i segni che il mio gatto ha mangiato una pianta velenosa?

Piante velenose per i gatti: gatto bianco e nero con fiori

Secondo il team di Cats Protection, i seguenti segni possono apparire se il gatto ha mangiato una pianta velenosa:

  1. Salivazione
  2. Vomito e/o diarrea
  3. Contrazione
  4. Montaggio
  5. Difficoltà di respirazione
  6. Shock
  7. Collasso o coma

È importante ricordare che questo elenco non è finito – anche altri effetti possono prendere piede. Non aspettate che si sviluppino i sintomi – se sospettate un avvelenamento, cercate di non farvi prendere dal panico ma portate il vostro gatto dal veterinario il prima possibile.

Quali piante sono sicure per i gatti?

Piante velenose per i gatti: gatto soriano

Naturalmente, ogni giardino ha bisogno di una pianta o due, e fortunatamente ci sono molte piante non tossiche che puoi coltivare senza preoccupazioni. Ecco cinque delle nostre preferite dalla lista di Cats Protection:

  1. Le zinnie sono disponibili in un vibrante spettro di colori, sono le preferite dalle api e sono facili da coltivare dai semi.
  2. I girasoli sono un’aggiunta perfetta e sono amati da tutti. Optate per i tradizionali fiori gialli o per i tipi rosso intenso e arancione se avete voglia di qualcosa di diverso. I loro semi forniscono anche cibo per gli uccelli. Vai alla nostra guida su come coltivare i girasoli per iniziare a coltivare i tuoi.
  3. Chi non ama le rose? Sono una delle nostre preferite, e sono amiche dei gatti. Dai un’occhiata a queste 5 bellissime rose per introdurre colore e profumo nel tuo giardino.
  4. I nasturzi sono un’ottima aggiunta ai letti rialzati o ai vasi del patio. Disponibili in una varietà di colori, i fiori sono commestibili per l’uomo e ravvivano immediatamente un’insalata.
  5. Le agrifogli sono un classico fiore da giardino e sono sicure anche per i gatti.

Come posso impedire al mio gatto di mangiare piante velenose?

Piante velenose per i gatti: gattino nero sotto la lavanda

Se vuoi dissuadere il tuo amico felino dal mangiare piante velenose, questi consigli potrebbero esserti d’aiuto:

  1. Quando fai giardinaggio, elimina i ritagli perché potrebbero incuriosire i gatti curiosi”, suggerisce Cats Protection.
  2. Tieni le tue piante fuori dalla portata. Con le piante d’appartamento, questo potrebbe significare che vivono in una stanza a cui il gatto non può accedere. Purtroppo è più difficile con le piante all’esterno – i gatti sono piuttosto acrobatici quando vogliono!
  3. Naturalmente, l’opzione più sicura è quella di tenere solo piante adatte ai gatti.
Menu