Giardini, Piante

Come coltivare il proprio albero di Natale

C’è qualcosa di magico nel decidere di coltivare il proprio albero di Natale. Il loro fresco profumo di pino sarà molto più intenso, il fogliame più lucido e di un verde molto più scuro, e i rami saranno cerosi al tatto, non secchi e fragili. Inoltre, naturalmente, è l’opzione da scegliere se non si vuole aggiungere alla montagna di discariche di alberi scartati ogni anno.

Ci sono diversi modi per coltivare il proprio, anche se richiede un po’ di pazienza e pianificazione. Puoi provare a coltivare i semi per un’esperienza completa di coltivazione in proprio o scegliere alberi di partenza dove parte del lavoro è già stato fatto. Poi naturalmente c’è l’opzione di comprare un piccolo albero in vaso per questo Natale che poi pianterete in giardino per gli anni futuri. Assicurati di sceglierne uno coltivato biologicamente e con una buona impronta ecologica.

Per un buon albero di Natale quest’anno e per molti anni a venire, continua a leggere per sapere cosa fare se vuoi coltivare il tuo, poi vai al nostro articolo sui migliori sempreverdi da coltivare in qualsiasi giardino se stai cercando altri modi per introdurre colore tutto l’anno nel tuo spazio esterno.

Coltiva il tuo albero di Natale

Coltiva il tuo albero di Natale

Puoi provare a coltivare i tuoi alberi di Natale partendo da un piccolo pacchetto di semi, che ne conterrà abbastanza per una piccola piantagione se sei fortunato con tutti! Puoi anche comprare un albero di Natale da un centro di giardinaggio o online, dove la coltivazione iniziale è stata fatta per te, poi tu prendi il controllo e coltivi l’albero fino a farlo crescere completamente. Oppure puoi scegliere un piccolo albero in vaso quest’anno che pianterai in giardino una volta finito il Natale.

Come coltivare un abete rosso da seme

Coltiva il tuo albero di Natale

  1. Puoi seminare i semi in qualsiasi momento dell’anno e costano circa 2 euro per 25. È anche possibile ottenere un kit di avviamento – la collezione di semi di alberi di Natale da RP seeds) comprende cinque dei tipi più popolari di alberi di Natale tra cui l’abete rosso, l’abete Nordman e l’abete blu se si vuole sperimentare un po ‘.
  2. Mescola parti uguali di terriccio per semi di buona qualità, come John Innes, con vermiculite, perlite o graniglia orticola e acqua fino a quando è appena umido. Seminare i semi molto sottilmente sulla superficie, poi coprirli appena con uno strato di vermiculite, perlite o grana.
  3. Sigillare in un sacchetto di politene e mettere in frigo per 4-6 settimane, controllando regolarmente che il compost sia ancora umido.
  4. Dopodiché, spostare in un propagatore o in un altro luogo caldo e mantenere una temperatura ottimale di 13-15˚C. La germinazione dovrebbe avvenire in 1-2 mesi. Tuttavia, può essere irregolare, quindi seminare in modo sottile e spuntare le piantine quando diventano abbastanza grandi da essere maneggiate. Cerca di non disturbare il resto del compost.
  5. Quando sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, trapiantate le piantine in vasi da 7,5 cm e fatele crescere in una cornice fredda per un anno o due, poi piantatele nella loro posizione definitiva. Preferiscono la penombra.
  6. Un’altra idea è quella di seminarli in vaso come sopra durante la tarda estate e l’inizio dell’inverno, poi metterli in una cornice fredda e aspettare che le piantine emergano in primavera.

Piantare un piccolo albero di Natale in vaso

Coltiva il tuo albero di Natale

I giovani alberi di Natale in vaso possono essere acquistati in un centro di giardinaggio o online e piantati in un terreno ben drenato e con buona luce. Possono essere lasciati crescere fino a raggiungere le dimensioni desiderate. Sono resistenti, sempreverdi, molto resistenti e facili da coltivare.

Avete due scelte:

  1. Comprare un albero in vaso ‘starter’ che ha 2 o 3 anni ed è stato nutrito dai semi e tagliato in forma. Quando lo porti a casa, piantalo in un vaso più grande (20-25 cm di diametro) o mettilo direttamente in giardino per i Natali a venire.
  2. In alternativa, compra un albero in vaso leggermente più grande, spesso venduto come mini albero o come albero da tavolo. Questi sono alti fino a 1 metro e dureranno bene in casa per tutto il periodo natalizio, a condizione di mantenere il compost umido. Se optate per un albero coltivato in vaso, avrà un sistema di radici e può essere piantato in giardino o in un contenitore nel patio dopo le feste per goderne tutto l’anno.

Qual è il miglior tipo di albero di Natale?

Coltiva il tuo albero di Natale

Per molti anni l’albero di Natale tradizionale è stato l’abete rosso. Negli ultimi anni, però, anche l’abete Nordman è diventato sempre più popolare, mentre l’abete blu sta guadagnando terreno.

Abete norvegese Con il suo colore verde medio, il fogliame fine e il caratteristico profumo di pino, questo è il tipo di albero più tradizionale. Di solito è cespuglioso con una buona forma classica di albero di Natale.

Abete di Nordmann Un albero di Natale sempre più popolare, gli aghi verde intenso hanno una parte inferiore bianco-argento come un tocco di brina. È una scelta di lunga durata che non fa cadere gli aghi.

Abete blu Con il suo fogliame che si tinge di un forte colore blu che può anche apparire argentato se la luce è giusta, questo è un albero di Natale molto desiderabile con una bella forma piramidale e rami forti.

Pino silvestre Una conifera autoctona molto profumata, questo albero ha aghi morbidi con un attraente fogliame contorto blu-verde. Noto per non far cadere i suoi aghi, si mantiene bene e non si secca.

Come prendersi cura del proprio albero di Natale in casa

Coltiva il tuo albero di Natale

Se vuoi dare al tuo albero in vaso le migliori condizioni di crescita possibili per durare oltre il Natale e per i Natali futuri, secondo gli esperti di Pine and Needles non portarlo in casa! Mettete il vostro albero in un portico o in un patio, dove prospererà con l’aria più fresca e potrete ancora godervelo.

Se porti il tuo albero in casa, fallo per gradi. Prima spostalo in un garage o in una veranda per un paio di giorni per far sì che l’albero si acclimati gradualmente al trasferimento all’interno.

Se il riscaldamento centrale è al massimo, il tuo albero in vaso non sarà molto felice. Posizionalo lontano da qualsiasi fonte di calore come radiatori e caminetti. Il calore asciuga il tuo albero più velocemente, quindi più lontano da fonti di calore potenzialmente dannose è meglio è, e più fresco rimarrà il tuo albero. Non esporre il tuo albero a improvvisi cambiamenti di temperatura. Gli alberi sono creature abitudinarie e preferiscono condizioni costanti.

Ricorda di continuare ad annaffiare il tuo albero. Questo potrebbe significare ogni giorno a seconda delle sue dimensioni e delle impostazioni del tuo riscaldamento centrale. Una volta che l’albero si è seccato, di solito non c’è modo di tornare indietro, perché il fogliame appassirà e cadrà e finirà presto per sembrare molto dispiaciuto per se stesso. Se vuoi ripiantarlo, fallo tra marzo e aprile e tienilo d’occhio durante la stagione calda. Poi, con un po’ di fortuna, tornerà in casa il prossimo Natale!

Menu