Come fare, Piante

Le erbacce che dovresti rimuovere in autunno, secondo gli esperti di giardinaggio

Le erbacce che dovreste rimuovere in autunno sono le piante che possono sembrare non essere un gran problema – fino a quando improvvisamente sono ovunque una volta che il tempo più caldo ritorna. Mentre la stagione del diserbo tradizionale è la primavera e l’estate, con un po’ meno da fare in giardino in autunno e in inverno, alcune erbacce dovrebbero essere affrontate subito per rendere più facile affrontarle l’anno prossimo.

Mentre il miglior diserbante vi aiuterà in qualche modo se le vostre erbacce sono principalmente nel vostro prato, è ancora probabile che abbiate bisogno di fare qualche tiro. Fatelo ora, però, e avrete meno da fare in primavera.

3 erbacce da rimuovere in autunno

Queste sono le tre principali erbacce che è meglio rimuovere in autunno, secondo gli esperti di giardinaggio.

1. Charlie strisciante

Edera terrestre / creeping charlie / alehoof (Glechoma hederacea) in fiore

Creeping Charlie è una bella pianta, ma non farti ingannare dal suo aspetto pudico. Emily Fernandes, esperta di giardinaggio di House Grail, sottolinea che il Creeping Charlie “fornisce un’eccellente copertura del terreno fino a quando non ci si accorge che è in tutto il giardino e soffoca le altre piante”. Per questo motivo, Creeping Charlie, noto anche come edera terrestre e Creeping Jenny, dovrebbe essere controllato in autunno.

È in realtà legata alla menta, e se avete mai coltivato la menta nel vostro giardino, saprete quanto velocemente si diffonde. Questa pianta ha esattamente la stessa abitudine. Tiratela su ora o non avrete altro che la Creeping Charlie nelle vostre bordure in primavera.

2. Crabgrass

Crabgrass in giardino

La maggior parte delle persone che cercano come sbarazzarsi delle erbacce del prato sono alla ricerca di soluzioni per la gramigna, che è famigerata per occupare prati e sentieri del giardino. Owen Mosser, esperto di giardinaggio e redattore di The Golden, ritiene che “tutte le erbacce dovrebbero essere affrontate non appena appaiono”, ma “ecco un tipo di erbaccia che può fare molti danni al tuo giardino, compresa la salute e la crescita delle altre piante: la gramigna”.

Owen dice che il motivo per cui la gramigna è un’erbaccia così “difficile da gestire” è perché questa pianta ha “forti sistemi di radici e foglie che possono riempire velocemente un pezzo di terra”. Owen la definisce una pianta “opportunista” che può “indebolire altre piante” togliendo loro le sostanze nutritive.

Pertanto, per la gramigna, “la mediazione precoce è necessaria perché può riemergere l’anno successivo. Quindi, trattarle prima che disperdano i semi è fondamentale”. Qual è il modo migliore per sbarazzarsene? Un misto di trattamenti chimici e il buon vecchio tiro a mano. Come sottolinea Owen, “alcuni prodotti per le erbacce pre-emergenti non sono sempre efficaci, quindi dovrai comunque fare un po’ di lavoro manuale”.

3. Denti di leone

Fiori di dente di leone (Taraxacum officinale)

Il tuo modo di vedere i denti di leone sarà in qualche misura dettato dalle tue preferenze – ad alcune persone in realtà piacciono come parte delle loro idee di giardino naturale. Tuttavia, come dice Jeremy Yamaguchi, il CEO di Lawn Love, i denti di leone possono essere “una seccatura” e “affrontarli in autunno sarà molto più efficace che in primavera”.

La verità sui denti di leone è che ‘iniziano a stabilirsi durante l’autunno. Quindi, se si può rimuoverli o impedire che prendano piede nel terreno, ce ne sarà molto meno in primavera, rendendolo più gestibile. Quando fioriscono in primavera senza essere gestiti in autunno, sono incredibilmente difficili da fermare dal diffondersi e dal prendere il sopravvento”.

Menu