Come fare, Giardini, Piante

Annaffiare le piante: consigli su cosa fare, quando farlo e quali strumenti utilizzare

Innaffiare le piante è un compito cruciale del giardino per mantenerle felici e sane. Alberi e arbusti appena piantati e altre aree appena piantate hanno bisogno di essere tenute ben irrigate, ma lo stesso vale per i fiori annuali, le piante perenni, i vasi, i contenitori e i cesti appesi, oltre alle verdure che state coltivando. In altre parole, ci potrebbe essere molto nel tuo giardino che ha bisogno di frequenti attenzioni da un annaffiatoio, un tubo o un irrigatore.

C'è più di quanto si possa pensare all'inizio. Sapere quanto innaffiare, i modi migliori per farlo, quanto spesso e persino il momento ottimale della giornata sono tutti fattori chiave per svolgere il lavoro in modo efficace. Inoltre, con le scorte d'acqua sotto pressione a causa dei cambiamenti climatici, è importante imparare come usare meno acqua di rete e rivolgersi ad altre fonti più ecologiche per far crescere le piante.

Abbiamo le informazioni su come innaffiare le tue piante all'aperto e i consigli degli esperti su come mantenere in salute le tue piante d'appartamento. E se vuoi rendere più leggero il tuo lavoro di irrigazione, le nostre guide all'acquisto del miglior tubo da giardino e del miglior irrigatore da giardino ti saranno sicuramente utili.

Quale strumento dovresti usare per innaffiare le piante?

L'uso di un annaffiatoio è – senza sorpresa – un ottimo approccio per innaffiare le piante. Rende facile dirigere l'acqua alle radici delle tue piante dove è necessaria: bagnare il fogliame in alto incoraggia l'evaporazione e può causare problemi di malattie. Innaffia le basi degli steli ma non l'area circostante. In questo modo, fornirai il massimo dell'acqua alle radici della pianta che stai curando ed eviterai di fornire alle erbacce una riserva d'acqua.

Alternative all'annaffiatoio? Puoi usare un tubo flessibile. L'acqua può filtrare per tutta la lunghezza del tubo grazie ai suoi strati porosi, in modo da raggiungere le radici delle piante che vuoi innaffiare. Oppure, prova un sistema di irrigazione a goccia di una scala che si adatti al tuo appezzamento, mentre gli irrigatori possono essere utili per i prati. Potreste anche considerare vasi auto-irriganti per le vostre idee di giardinaggio in container, che permettono alle radici delle piante di attingere acqua da un serbatoio.

Se avete una grande quantità di irrigazione da fare, potreste voler usare uno dei migliori tubi da giardino. Assicurati di avere un attacco per lo spruzzo all'estremità – una versione aerata ridurrà l'uso dell'acqua. Assicurati di dirigere l'acqua alla base degli steli, come sopra.

annaffiatoio galvanizzato del commercio di giardinaggio accanto a una cazzuola e una forchetta

Con quale frequenza annaffiare le piante

Non ci sono regole universali per l'irrigazione, purtroppo. Le piante hanno esigenze diverse, e anche il tempo influenzerà quello che dovrai fare. Il fatto che dovrete innaffiare di più quando fa caldo e c'è il sole non vi sorprenderà – in piena estate la maggior parte delle piante trarrà beneficio dall'essere innaffiata una volta al giorno. Ma tenete presente che il tempo ventoso significa anche che le piante hanno bisogno di più acqua. E, anche se piove, fate attenzione a quanto è buona la pioggia. Se si tratta di piogge leggere, non faranno molto per le radici delle vostre piante.

I fiori e il fogliame nelle fioriere da giardino hanno bisogno di più acqua di quelli piantati direttamente nel vostro giardino, quindi prestate a questi un'attenzione extra con il vostro annaffiatoio. Anche le piante nuove richiedono più acqua, così come le piante più grandi con più foglie. Se ti stai occupando delle migliori verdure da coltivare in letti rialzati, dovrai anche dare loro molta H2O.

innaffiare le rose con il tubo in giardino

Quali momenti dell'anno – e del giorno – per innaffiare le piante

È più probabile che tu debba innaffiare il giardino da maggio a settembre, quando il clima è più caldo, ma non escludere la possibilità da marzo in poi. Potresti doverlo fare anche in altri periodi dell'anno, a seconda delle condizioni climatiche.

Per controllare se le tue bordure hanno bisogno di essere annaffiate, "guarda il terreno a circa una vanga di profondità", dicono gli esperti di Hozelock. Innaffia solo se è asciutto – se è già umido non ce n'è bisogno".

A che ora del giorno innaffiare è una questione più semplice. Innaffia all'inizio o alla fine della giornata quando il sole non è così caldo", dice Hozelock. Meno acqua evapora, e annaffiare nei momenti di massimo sole può danneggiare le piante".

Fallo diventare un compito mattutino o serale", continuano. Oppure, investite in un timer elettronico per l'acqua, collegato al vostro sistema di irrigazione, che rileverà quando il sole sale e scende. Sono perfetti se stai cercando idee per un giardino a bassa manutenzione.

Puoi trovare dettagli più approfonditi su quando è il momento migliore per innaffiare le piante nella nostra rubrica dedicata.

2212 SensorControl di Hozelock in giardino

La migliore acqua da usare per innaffiare le piante

Ridurre l'uso dell'acqua di rete per il giardino è importante in un'epoca di cambiamenti climatici e, se hai un contatore d'acqua, è comunque un modo costoso per far crescere le piante. Nel caso in cui usiate l'acqua del rubinetto, tenete presente che non è consigliabile usare acqua addolcita, quindi prendete l'acqua per il vostro giardino direttamente dalla rete idrica piuttosto che fornire alle piante acqua che è passata attraverso il vostro addolcitore.

La migliore risorsa da usare per l'irrigazione è l'acqua piovana, quindi procurati un serbatoio d'acqua – o più di uno. Se hanno grondaie e un pluviale, potresti raccogliere l'acqua attraverso il deflusso dal tetto del tuo capanno o da un altro edificio del giardino, oltre che dalla casa. Vuoi fare un ulteriore passo avanti con le idee di giardino sostenibile? Potresti anche riutilizzare l'acqua della pulizia delle verdure e dell'insalata prima di cucinare, o essere creativo con le caratteristiche del giardino pluviale.

Se c'è una carenza d'acqua, potresti usare l'acqua grigia: è l'acqua della doccia, del bagno, dei lavandini e dei cicli di risciacquo della lavatrice. Saponi e detergenti non dovrebbero causare problemi alle piante, basta evitare di usare l'acqua grigia per i vostri prodotti da coltivare. Inoltre, l'acqua grigia dovrebbe sempre essere usata rapidamente e non conservata, perché i batteri al suo interno si moltiplicano rapidamente. L'acqua contenente candeggina, potenti prodotti per la pulizia e proveniente dai WC – le cosiddette acque nere – è sempre un no-no.

"E l'acqua della piscina per bambini?", si potrebbe chiedere. Se si tratta di una piccola piscina per bambini che hai riempito di recente, allora dovrebbe andare bene, ma in generale non consigliamo di usare l'acqua della piscina per bambini in giardino a causa dei detergenti che avrai usato per mantenere la piscina immacolata.

viole del pensiero innaffiate da un serbatoio d'acqua

Consigli per innaffiare le piante da interno

Quando si tratta delle migliori piante da interno, l'innaffiatura è, ovviamente, un compito da svolgere tutto l'anno. Come per le piante da giardino, le singole piante d'appartamento hanno esigenze diverse, quindi adatta la tua routine alle specie.

In generale, innaffiare troppo è un pericolo per le piante d'appartamento, quindi lasciate asciugare un po' il compost prima di innaffiare. Innaffia finché il compost è umido, lasciando che l'acqua scoli in un sottovaso o nel lavandino.

In inverno, la maggior parte delle piante d'appartamento ha bisogno di meno acqua rispetto alle altre stagioni dell'anno, quindi riducete il vostro programma di irrigazione.

E' una buona idea lasciare che l'acqua raggiunga la temperatura ambiente prima di usarla sulle piante d'appartamento. Usare l'acqua piovana è un'idea ancora migliore e, come per il giardino, se si tratta di acqua di rubinetto, evitare l'acqua addolcita.

donna che annaffia le piante d'appartamento

Dovresti nebulizzare le tue piante d'appartamento?

Molte piante d'appartamento sono originarie delle regioni tropicali, dove l'umidità è alta. Tuttavia, l'aria nelle nostre case, soprattutto se si tiene conto del riscaldamento centrale e dell'aria condizionata, tende ad essere piuttosto secca.

Nebulizzare le foglie e il terreno della vostra pianta ogni due giorni è un ottimo modo per ovviare a questo problema, poiché offre alle piante d'appartamento un ambiente di crescita più adatto. Inoltre, aiuta a ridurre il rischio di innaffiarle troppo. Felci, orchidee e begonie sono solo alcune delle molte varietà che ne trarranno beneficio, ma evitate di annaffiare le piante grasse e i cactus che preferiscono l'aria più secca: così facendo, potrebbero marcire.

Cerchi altre idee per il giardino interno? La nostra rubrica è piena di splendide ispirazioni.

giovane donna che annaffia le piante d'appartamento

Quali sono i segni che non stai innaffiando abbastanza le tue piante?

Ti stai chiedendo quali sono i segni da osservare per controllare se stai innaffiando abbastanza le piante? Queste caratteristiche sono un indizio:

  • Le foglie sono secche, cadenti e arricciate.
  • Il terreno sottostante sembra asciutto quando si usa il test tattile. Per farlo, spingi il tuo dito nel compost o nel terreno fino alla profondità delle nocche per vedere se è umido, dice la RHS.
  • La pianta sta appassendo o non sta più in piedi.
  • La velocità di crescita si è ridotta più del previsto, o forse ci sono meno frutti e fiori prodotti.
  • I tuoi contenitori sembrano più leggeri.

donna innaffiare i pomodori in serra

Altri consigli per innaffiare le piante:

Cerchi altri consigli utili per innaffiare le piante? Prova questi consigli di Hozelock:

  • Metti una pianta in vaso sotto le tue idee di cesto appeso quando le annaffi. In questo modo, il vaso può assorbire l'acqua in eccesso che cade dal cesto.
  • Aggiungi uno strato di compost fatto in casa o di letame ben marcio intorno alle tue piante – ti aiuterà a trattenere l'umidità. La nostra guida definitiva alla pacciamatura ha tutti i consigli che ti servono.
  • Cerca di rimuovere il maggior numero possibile di erbacce dalle tue bordure, perché sottraggono acqua al terreno (e alle piante che dovrebbero essere lì). Hai bisogno di una mano per eliminare quei fastidiosi intrusi? La nostra guida su come sbarazzarsi delle erbacce è un ottimo punto di partenza.
  • Fai attenzione ai sistemi di irrigazione che perdono. I connettori che gocciolano o perdono da un rubinetto al tuo irrigatore possono sprecare molta acqua nel tempo. Se il tuo connettore sembra perdere, gli O-Ring sull'annaffiatoio potrebbero essersi deteriorati o danneggiati. La sostituzione degli O-Ring può risolvere rapidamente questo problema ed è semplice da fare.

Acquista i nostri migliori tubi da giardino

Menu