Come fare, Giardinaggio

Come coltivare i cavolfiori

Una volta che sai come coltivare i cavolfiori nel tuo giardino, non sarai mai a corto di questa versatile verdura. Oltre al classico cavolfiore al formaggio, i cavolfiori possono anche essere grigliati come una bistecca, frullati in riso al cavolfiore o persino trasformati in una sana crosta per pizza.

Potresti essere abituato a vedere cavolfiori bianchi e cremosi nei negozi, ma ci sono anche varietà viola, verdi e gialle. Non è una verdura che puoi coltivare in un piccolo giardino, però, i cavolfiori hanno bisogno di un terreno ricco e profondo e di molta acqua, specialmente in estate.

Ci sono varietà di cavolfiore che sono pronte per il raccolto durante tutto l’anno, quindi, se si pianifica bene la semina, non si è mai a corto di verdura fresca.

Continua a leggere la nostra guida passo dopo passo per coltivare i cavolfiori in casa. E se hai voglia di coltivare altre verdure invernali, dai un’occhiata alle nostre guide alla coltivazione di germogli e zucche.

Guida passo dopo passo alla coltivazione dei cavolfiori

Metodo:

  1. I semi di cavolfiore vengono normalmente seminati a fine marzo, fine maggio o inizio giugno. Per le migliori possibilità di successo, metti uno o due semi in ogni cella di un vassoio per moduli di semi, assicurandoti che siano profondi circa 2 cm.
  2. Posiziona i vassoi di semi nella tua serra, nel tunnel polifunzionale, nella cella frigorifera o su un davanzale per farli germinare. Dirada le piante man mano che crescono e spostale in vassoi con file distanti almeno 15 cm, dovrebbero essere pronte per essere piantate in circa quattro settimane.
  3. I cavolfiori amano il terreno fertile, quindi, prima di piantarli, scava in abbondante letame ben marcio e rastrella un fertilizzante generico.
  4. Dovrai indurire le tue piante prima di spostarle all’aperto. Porta fuori durante il giorno per una settimana, portando dentro di notte, e poi lascia fuori per giorno e notte per alcuni giorni prima di piantare.
  5. Innaffia bene le piante prima di trapiantarle e scava le buche in anticipo, riempiendole d’acqua.
  6. Pianta le varietà estive e autunnali a 60 cm di distanza e le varietà invernali a 75 cm di distanza. Se le pianti più vicine, otterrai cavolfiori più piccoli. Controlla la confezione dei semi per vedere quale varietà hai comprato.
  7. Innaffia bene i cavolfiori quando il tempo è secco. Quando le piante stanno crescendo bene, aggiungi del fertilizzante ad alto contenuto di azoto.

Quando sono pronti per il raccolto i cavolfiori?

Puoi tagliare le tue teste di cavolfiore quando sono sode. Se le cimette cominciano a separarsi, è troppo tardi. Una volta che la testa principale è stata tagliata, verranno prodotte teste più piccole.

Come coltivare il cavolfiore

Varietà di cavolfiore da provare

  • Clapton – produce grandi cavolfiori con teste bianche
  • Graffiti AGM – ha sorprendenti teste viola
  • Cheddar AGM – nessun formaggio incorporato, purtroppo, ma una testa giallo-arancio

Problemi comuni nella coltivazione del cavolfiore

La radice a bastoncello, dove le radici diventano gonfie e distorte, è il problema maggiore. Le foglie diventano pallide e appassiscono facilmente e le piante possono morire. Per evitare la radice a clava, assicurati un buon drenaggio e aggiungi calce per rendere il terreno meno acido.

Gli uccelli sono un’altra minaccia, quindi copriti con una rete per proteggere il tuo cavolfiore.

Menu