Come fare, Giardini

Come fare il diserbante fatto in casa: segui i nostri facili metodi

Imparare a fare il diserbante fatto in casa è facile – ed è una scelta migliore per il tuo giardino e per l'ambiente circostante. Mentre i diserbanti commerciali faranno il lavoro, possono essere molto forti e generalmente non dovrebbero essere usati in giardini con stagni.

Fare il proprio diserbante è anche più economico che comprarlo online o da un centro di giardinaggio. Scopri come fare il tuo diserbante in tre modi diversi qui sotto, o se hai delle erbacce particolarmente fastidiose che hanno bisogno di qualcosa di più forte per distruggerle, allora controlla la nostra guida all'acquisto del miglior diserbante per la nostra scelta dei prodotti migliori.

1. Il metodo del sale e del sapone

Questa è facilmente la soluzione più conveniente per il diserbante fatto in casa perché non richiede l'acquisto di nulla in più. Hai solo bisogno di sale da cucina e del tuo normale liquido per lavastoviglie. Mescola un cucchiaio di sale in una ciotola o in una brocca piena di liquido per lavastoviglie e versalo sull'erba. Puoi usare anche qualsiasi altro tipo di sapone liquido, come il sapone di Castiglia (facilmente disponibile online). Il sapone di Castiglia può essere usato anche senza sale, semplicemente diluito con un po' d'acqua.

2. Il metodo dell'aceto o del succo di limone

Il metodo del sapone di cui sopra funziona ricoprendo e soffocando la pianta, mentre questo metodo acido con aceto o succo di limone (o una combinazione dei due), funzionerà bruciando la pianta. Devi stare molto attento quando usi questo metodo – l'aceto e il succo di limone possono facilmente schizzare sulle piante circostanti, quindi versa con molta attenzione.

Potresti preferire aggiungerne un po' in una piccola bottiglia spray in modo da poter dirigere più accuratamente il liquido dove vuoi tu. Se il tuo giardino è anche molto fitto di piante, potresti voler versare un po' di aceto o succo di limone solo alla base della pianta per non rischiare di contaminare altre piante.

3. Il metodo dell'acqua bollente

Basta far bollire il bollitore e versare l'acqua bollente sulla pianta – l'acqua calda la ucciderà quasi istantaneamente. Questo metodo non uccide la radice, quindi potresti ancora dover fare qualche tiro a mano, ma è perfetto se hai solo un paio di erbacce di cui vuoi sbarazzarti.

4. Prevenire è meglio che curare

erbacce nel prato

Prevenire che il tuo giardino diventi troppo cresciuto è meglio che combattere contro le erbacce che continuano a riapparire proprio quando pensavi di averle eliminate tutte. Se è solo il tuo prato che ti preoccupa, ci sono prodotti che puoi applicare regolarmente che fungono sia da condizionatori del prato che da soppressori delle erbacce. Troverai altri consigli nella nostra rubrica sui migliori diserbanti.

Affronta le giovani erbacce

Se stai notando molte erbacce nelle tue bordure, metti da parte un fine settimana in primavera, quando le giovani piante iniziano a comparire, ed elimina a mano tutte quelle che puoi. Le giovani erbacce sono molto più facili da trattare rispetto a quelle mature. Il nostro articolo su come diserbare un giardino è ricco di consigli utili per ottenere i migliori risultati.

Affrontare le erbacce pericolose

Se hai notato una delle erbacce più virulente e/o pericolose nel tuo giardino, come il knotweed giapponese o l'hogweed gigante, non tentare di affrontarle da solo – chiama un servizio professionale di rimozione delle erbacce. Vai alla nostra rubrica consigli e trucchi per il controllo delle erbacce per altri consigli su come identificare le erbacce fastidiose e cosa fare con loro.

Lascia stare alcune erbacce

Infine, considera se le erbacce nel tuo giardino ti danno tanto fastidio. Alcune sono molto benefiche per i prati e gli impollinatori, specialmente il trifoglio e il dente di leone; sono anche molto carine durante l'estate, quindi puoi scegliere di lasciarle stare.

Menu