Piante

Cosa piantare a novembre: 10 piante da seminare e coltivare questo mese

Se vi state chiedendo cosa piantare a novembre, anche se fuori è buio e fa freddo, siamo qui per aiutarvi. Questo può essere uno dei mesi migliori per aggiungere alberi, arbusti e piante al vostro giardino.

In cima alla lista delle piante del mese ci sono alberi e arbusti a radice nuda. Novembre è la porta d'ingresso alla stagione di piantagione a radice nuda che dura tutto l'inverno, quando una vasta gamma di alberi e arbusti ornamentali e da frutto sono disponibili per l'acquisto a prezzi molto convenienti come piccole "fruste" di un anno.

Sono facili da piantare e non lasciatevi ingannare dal loro aspetto esile. Una volta che il tempo si riscalda di nuovo in primavera, questi alberi e arbusti immaturi cresceranno rapidamente e aggiungeranno molto interesse alle vostre bordure e idee di aiuole.

Date una spinta al vostro terreno con la nostra lista di cosa piantare a novembre

Oltre ad alberi e arbusti, ti suggeriamo anche alcune delle migliori e più brillanti piante annuali e perenni da seminare ora. Tutti questi suggerimenti su cosa piantare a novembre porteranno colore e interesse al vostro giardino l'anno prossimo e per molti anni a venire.

1. Rose

Rosa arbustiva Felicia

Le persone amano imparare a coltivare le rose, e non è una sorpresa che abbiano un posto permanente nella top tre dei sondaggi sulle "piante preferite dalla gente".

Le loro bellissime fioriture e i loro profumi sono solo una parte dell'attrazione, dato che ci sono tipi di rose per quasi tutte le situazioni, sia come punto focale di una bordura formale che come rampicante e rampicante sulla facciata della vostra casa. Si possono anche ottenere piante nane per i contenitori.

Se vi state chiedendo cosa piantare a novembre, guardate le rose perché sono uno dei tanti arbusti che potete comprare a radice nuda. Infatti, le piante a radice nuda in genere fanno meglio di quelle in contenitore perché hanno una diffusione delle radici più ampia e senza restrizioni.

Piantare una rosa in cartone per ridurre il rischio di malattie da reimpianto

Per ottenere i migliori risultati su come piantare le rose a radice nuda, scegliete un posto riparato dove il terreno è stato arricchito con molto letame ben marcio o compost. Idealmente, scegliete un posto dove le rose non sono cresciute prima, perché possono soccombere alla malattia del reimpianto, dove non riescono a prosperare.

Se l'unico spazio è quello in cui le rose sono già state coltivate, allevia il rischio della malattia del reimpianto rimuovendo il terreno e sostituendolo con quello fresco, o piantando la rosa in una scatola di cartone. Questo si degraderà lentamente nel terreno, dando alle radici il tempo di stabilirsi nel frattempo.

Quando piantate, scavate una buca abbastanza grande da contenere tutte le radici e assicuratevi che quando la pianta è piantata nel terreno il suo innesto – la parte bitorzoluta dello stelo dove la varietà incontra il portainnesto – sia al livello del suolo. Se si trova più in basso, può aumentare il rischio di morire. Puoi farlo stendendo un bastone sull'imboccatura della buca di piantagione e misurando la profondità dell'innesto contro di esso.

Tagliare una rosa subito dopo la semina autunnale

Riempi intorno alla tua rosa con una miscela di terra e compost, rassodandola man mano per eliminare le sacche d'aria e tenere ferma la pianta.

Poi annaffia bene e pacciama con un generoso strato di letame ben marcio, assicurandoti che non tocchi lo stelo perché questo può ammorbidire la corteccia e fornire un punto d'ingresso per parassiti e malattie.

Consiglio: dopo aver piantato nuove rose, potatele fino a 15 cm dal terreno. Ricresceranno più forti la prossima primavera.

2. Cornus o corniolo

Il Cornus alba a corteccia rossa è uno spettacolo invernale

I Cornus, o cornioli, daranno molto alle vostre idee per il giardino d'inverno, perché i loro steli colorati sono privi di foglie durante i mesi più freddi e risplendono nell'oscurità che si accumula.

In generale, i Cornus si dividono in due categorie: quelli coltivati per i fiori estivi e quelli piantati per la loro corteccia invernale colorata. Quest'ultimo gruppo comprende Cornus alba, Cornus sericea e Cornus sanguinea.

Sono ideali come opzione per cosa piantare a novembre perché, come la maggior parte degli alberi e arbusti decidui, le piante a radice nuda sono disponibili ora.

Gli steli gialli di Cornus sericea 'Flaviramea

I Cornus sono felici nella maggior parte dei terreni, anche se richiedono una buona luce solare per produrre quei colori straordinari. Un po' d'ombra va bene, ma non prosperano nell'ombra totale.

Sono facili da curare e richiedono poche annaffiature perché sono tolleranti alla siccità. La potatura autunnale aiuta a mantenere il loro colore e hanno il massimo impatto se piantati in gruppi di due o tre, a circa 60 cm di distanza per una crescita ottimale.

Non sono gli unici alberi e piante con una corteccia invernale attraente per illuminare le giornate buie. Molte piante brillano una volta che si sono liberate delle foglie e vale la pena considerarle questo mese.

Consiglio: anche se i Cornus sono versatili e relativamente esenti da parassiti e malattie, non sono adatti alla coltivazione in contenitore.

3. Magnolia

Primo piano della fioritura della Magnolia grandiflora

Con i loro petali di seta e i fiori a forma di tulipano, le magnolie affascinanti stanno bene in qualsiasi giardino, e possono essere piantate ora, mentre il terreno è umido e conserva ancora l'ultimo calore dell'estate.

Le magnolie sono uno dei migliori alberi da fiore, ma possono anche essere coltivate come arbusti più piccoli, come la Magnolia stellata, e alcune sono sempreverdi mentre altre perdono le foglie in inverno.

Tuttavia, sono a crescita lenta, quindi non aspettatevi risultati rapidi. Si parla di 20 anni prima che raggiungano la loro piena dimensione!

Magnolia stellata in fiore

Le magnolie amano il terreno neutro o leggermente acido, ma se il vostro è molto calcareo o ericaceo potete coltivare le varietà più piccole in un grande contenitore.

Amano un posto riparato e soleggiato, al riparo dai venti freddi che possono danneggiare i fiori in primavera, quindi se vivete in un posto freddo o esposto, comprate una varietà a fioritura tardiva come la Magnolia sieboldii.

Le magnolie hanno bisogno di poche potature, solo una leggera spuntatina dopo la fioritura per rimuovere gli steli rotti o deboli.

Consiglio: assicuratevi che la vostra magnolia non si asciughi o non riuscirà a fiorire bene. Una buona pacciamatura dopo l'innaffiatura dovrebbe evitare che si secchi.

4. Erica

Eriche miste in un giardino

Di solito si pensa che le eriche siano piante da brughiera che crescono su terreni acidi, ma le eriche invernali sono in realtà molto più tolleranti di altre condizioni e possono prosperare su terreni più alcalini.

Il mio giardino si trova su un terreno incredibilmente calcareo (basta scavare qualche centimetro per trovare una solida striscia di bianco), eppure ho anche una vasta erica a fioritura invernale che si ricopre di meravigliosi fiori rosa fino all'inizio della primavera. Non solo ha un aspetto meraviglioso, ma è una preziosa fonte di nettare per i primi bombi regina emergenti, e a metà primavera, quando è al massimo della fioritura, sarà stata raggiunta da una vasta gamma di altre varietà.

Le eriche a fioritura invernale fanno parte della famiglia delle Erica e sono una delle migliori piante a bassa manutenzione.

Taglio dell'erica invernale dopo la fioritura

Per l'effetto più sorprendente, mettete diverse piante vicine e guardatele fondersi per creare un tappeto di colore.

Le Ericacee, o eriche amanti dell'acido, sono ideali per i giardini costieri perché non vengono danneggiate dalla salsedine, anche se non vanno bene sotto gli alberi o in terreni molto secchi.

Tutte le eriche stanno bene in contenitore e hanno bisogno di poche potature, solo una leggera rifinitura con le cesoie dopo la fioritura. Non tagliare il legno vecchio e marrone perché non si rigenera e le ferite della potatura possono rovinare la forma generale della pianta.

Consiglio: se avete un terreno molto calcareo e volete coltivare delle eriche amanti dell'acido, piantatele in contenitori di compost ericaceo. Se il vostro terreno è solo leggermente calcareo, aggiungete molto compost ericaceo prima di piantare.

5. Pulmonaria

Pulmonaria Diana Clare

Le Pulmonarie sono piante perenni a fioritura precoce che abbelliscono il giardino con foglie meravigliose e bei fiori a forma di campana.

Sono piante che amano l'ombra, quindi prosperano sotto gli alberi e al riparo dalla luce diretta del sole, anche se amano mantenere il terreno umido.

Sono una delle prime piante a fiorire nel giardino primaverile, promettendo un tempo migliore e offrendo una fonte di cibo vitale per le prime api.

Un'ape da fiore dal piede peloso che si nutre di una pulmonaria

Ci sono molte pulmonarie diverse, conosciute anche come polmonaria. Alcune hanno foglie verdi, altre, tra cui la varietà 'Diana Clare', sono attraentemente lentigginose di bianco e argento. Fioriscono in tonalità di blu, dall'indaco più profondo al quasi bianco.

Decorticate e nutrite dopo la prima vampata di fiori e potreste essere ricompensati da una seconda fioritura.

Consiglio: in autunno potete sollevare e dividere le piante che sono diventate troppo grandi. Questo è anche un buon momento per rimuovere le foglie vecchie e malconce.

6. Lupini

Lupini in colori assortiti

Un'opzione preferita per le idee classiche del giardino di casa, i lupini si trovano in tutto il mondo, dalle Ande al Mediterraneo. Si dice che il loro nome sia stato dato nel XIV secolo perché consumavano le sostanze nutritive nel terreno come un lupo, 'lupinus' in latino.

Ma non sono così affamati, e crescono felicemente nei nostri giardini insieme a molti altri fiori, senza mai rubare una volta tutto il buono del terreno.

Le loro guglie colorate di fiori, che sono disponibili in una miriade di sfumature di rosso, rosa, viola e blu, sono al loro meglio in primavera (tipicamente in maggio), quando molte altre piante sono ancora in foglie, e il loro profumo pepato attirerà le api nel vostro giardino.

Ape che vola verso un fiore di lupino

I lupini sono piante perenni e possono essere seminati ora al coperto e germinare e crescere in una stanza leggera e senza gelo.

La prossima primavera, quando le gelate saranno passate, potrete acclimatare le vostre giovani piante alle temperature esterne e piantarle nelle bordure del vostro giardino dove volete che fioriscano.

Consiglio: i giovani germogli di lupino sono estremamente vulnerabili alle lumache e ai lumaconi, quindi proteggeteli con una pacciamatura di pellet di lana che aiuterà anche il terreno a trattenere l'umidità. Ci sono molti consigli su come sbarazzarsi delle lumache anche nella nostra guida.

6. Piselli dolci perenni o eterni

Piselli eterni

Se volete che questo sia l'anno in cui imparate a coltivare i piselli dolci, ma siete preoccupati di non averne ancora seminati, non temete, c'è ancora molto tempo. Questi favoriti per eccellenza del giardino di casa possono essere iniziati ora e piantati la prossima primavera.

La maggior parte dei piselli dolci sono annuali, il che significa che dovete iniziare un nuovo lotto ogni anno, quindi perché non provare i piselli perenni (Lathyrus latifolius invece di Lathyrus odoratus)?

Non fioriscono nel tripudio di colori e profumi associati ai piselli dolci annuali, ma la varietà 'Lord Anson's Blue Pea' ha una leggera fragranza.

Pisello perenne o pisello dolce Lord Anson's Blue Pea

Come i loro cugini annuali e tutti i membri della famiglia dei legumi, o piselli, i semprevivi devono essere seminati in un vaso profondo per permettere alle loro radici di crescere lunghe e forti.

Germinano dopo circa 10 giorni e una volta che le piantine iniziano a sviluppare le loro foglie "vere" piuttosto che le loro foglioline di germinazione, è necessario pizzicarle per incoraggiare una crescita più cespugliosa e una profusione di fiori.

Coltivateli in una cornice fredda, in una serra o su un davanzale fresco e leggero e piantateli la prossima primavera.

Consiglio: i giovani germogli morbidi dei piselli dolci sono soggetti a muffe grigie e marciumi, quindi assicurati che siano ben ventilati mentre sono in casa.

8. Verbascum

Verbascum 'Merlin

Se vuoi aggiungere altezza e colore al tuo giardino, aggiungi i semi di verbasco alla tua lista di cosa piantare a novembre.

Imparentato con il verbasco maggiore, il fiore giallo comunemente visto crescere su terreni incolti e in luoghi selvaggi, i verbaschi coltivati sono disponibili in una gamma di colori sorprendenti dal pesca al viola più intenso.

Prediligono un terreno soleggiato e drenante, anche se possono sopportare l'ombra leggera, e odiano le condizioni inzuppate. Uno dei loro molti vantaggi è la loro capacità di affrontare anche i terreni poveri, rendendoli ideali per le aree difficili del giardino. La nostra guida ai tipi di terreno ha molti consigli su come capire quale terreno avete nel vostro appezzamento.

seminare piccoli semi di verbasco mescolati alla sabbia

Semina i semi in vassoi di compost e metti le piantine germinate in vasi più grandi quando sono abbastanza grandi da poterle maneggiare in sicurezza.

I semi di Verbascum sono incredibilmente piccoli, il che li rende difficili da seminare in modo uniforme. Un consiglio è quello di combinarli con un po' di sabbia orticola e poi cospargere la miscela sul compost.

In alternativa, raccoglieteli un po' alla volta con l'estremità umida di un fiammifero, o con la punta di un dito umido, e picchiettateli sul vassoio dei semi.

Se avete raccolto i semi da piante coltivate in casa, è possibile che non siano fedeli al loro genitore, quindi se volete una prole identica, propagate tramite talee radicali in autunno.

Sono facili da prelevare: basta sollevare la pianta e rimuovere lunghezze di radici sane che sono cresciute fino allo spessore di una matita. Non tagliare più di un terzo delle radici perché questo indebolirà la pianta.

Tagliare le radici in sezioni della lunghezza di un pollice e fare un taglio inclinato a un'estremità. Inserisci l'intero pezzo di radice in un vaso di compost, con l'estremità inclinata verso il basso e mettilo in una cornice fredda. Le radici si svilupperanno durante l'inverno e le talee germoglieranno in primavera.

Consiglio: le piante di Verbascum possono essere distrutte dai bruchi della falena del verbasco all'inizio dell'estate, quindi tenete gli occhi aperti e rimuovete quelli che trovate.

9. Laurentia

Lauretia 'Beth's Blue'

Non è mai troppo presto per iniziare a pianificare le piante del prossimo anno, quindi uno dei miei preferiti per cosa piantare a novembre è la Laurentia. È garantito che porterà una splendida bellezza a stelle e fiori alle vostre bordure e alle vostre idee di giardinaggio in contenitore.

Piante estive a crescita bassa e strisciante, producono una profusione di deliziosi fiori malva, blu o bianchi a forma di stella che durano per tutta l'estate, fino alle prime gelate. Sono anche tolleranti alle intemperie, quindi un must per i giardini estivi in questo periodo di cambiamenti climatici.

Semina Laurentia ora e fai germinare i tuoi semi al caldo e alla luce – potresti trovare utile un propagatore riscaldato.

Piante viola e lilla in contenitori estivi

Mantenete le piantine al riparo dal gelo per tutto l'inverno e in primavera, trapiantandole in vasi individuali da 7 cm quando sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate e poi spostatele di nuovo in contenitori più grandi se necessario.

Una volta che le gelate sono finite e siete pronti a creare le vostre aiuole estive, piantate la vostra Laurentia per creare un tripudio di colori stagionali.

Consiglio: una volta che le piantine sono germogliate, rimuovi il coperchio del loro vassoio per far circolare l'aria e favorire una crescita sana.

10. Echinacea

Echinacea 'Marmalade

Una delle mie piante perenni preferite per la fioritura estiva è l'echinacea, o coneflower. Originaria delle praterie americane, è facile imparare a coltivare l'echinacea e sono perfettamente felici nei climi più freddi, a patto che il terreno sia drenante e non gli sia permesso di impregnarsi d'acqua. Perché mentre possono tollerare il freddo estremo e la neve, le loro corone marciranno e falliranno se lasciate inzuppate.

Rosa scuro e viola sono le sfumature più comuni dell'echinacea, ma sono disponibili anche in giallo vibrante, rosso, bianco e verde lime.

Le varietà coltivate, come la 'Marmalade', hanno addirittura teste arruffate a strati, che fanno bella figura in giardino.

Seminare i semi di echinacea

Seminare i semi in novembre e farli germogliare al coperto, mantenendo il terriccio umido ma non inzuppato.

Le piantine possono essere spostate in vasi individuali quando sono abbastanza grandi da essere maneggiate, ma come per tutte le piantine, toccate solo le foglie, mai i delicati steli che possono rompersi con una manipolazione poco attenta.

Quando piantate l'echinacea, datele un posto soleggiato in un terreno che è stato arricchito con molto compost o letame ben strizzato.

Sono una delle migliori piante amiche delle api e vanno bene anche per allestimenti interni, durano fino a quindici giorni in acqua.

Consiglio: se avete un terreno pesante, argilloso e soggetto a ristagni d'acqua, piantate le corone di echinacea su cumuli di terra granulosa che drenano più liberamente del terreno circostante.

Menu