Come fare, Piante

Come piantare un prato di fiori selvatici nel tuo giardino: prova questa alternativa a prati e bordure

Una volta che hai imparato come piantare un prato di fiori selvatici nel tuo giardino, puoi facilmente trasformare aree trasandate e sottoutilizzate del tuo spazio. L’aggiunta di una miscela di fiori selvatici al tuo giardino creerà uno spettacolo mozzafiato di cui potrai godere per gli anni a venire.

Piante autoctone come le delicate margherite occhio di bue, il trifoglio rosso, il fiordaliso, la scabiosa di campo, i ranuncoli dorati e la carota selvatica colonizzeranno i pezzi di terreno più scrostati in un’irresistibile combinazione di erbe soffici, steli sottili e fogliame spumoso punteggiato da spruzzi di fiori gioiello-luminosi.

Il bonus è che oltre ad avere un bell’aspetto per tutta la primavera e l’estate, le piante attireranno api, nuvole di farfalle e molti insetti benefici.

Continua a leggere per i nostri consigli su come creare un prato di fiori selvatici, poi vai alla nostra guida alle bordure del giardino per altre idee ispiratrici e consigli degli esperti su come aggiungere interesse al tuo spazio.

Cos’è un prato di fiori selvatici?

come piantare un prato di fiori selvatici

Un prato di fiori selvatici è definito come un’area di erba permanente dove crescono i fiori selvatici nativi della zona.

I prati di fiori selvatici sono perenni (cioè fioriscono ogni anno) e non dovrebbero essere confusi con i prati di fiori annuali. Questi tendono ad essere più colorati, e includono piante non autoctone come i papaveri californiani e i coreopsis che si mescolano insieme in una bella profusione di colori come uno spettacolo unico che deve essere ripiantato ogni anno.

I due tipi di prato hanno bisogno di condizioni completamente diverse, quindi devono essere trattati separatamente. Ma la buona notizia è che se vuoi imparare a piantare un prato di fiori selvatici, entrambe le opzioni possono essere create in un giardino di qualsiasi dimensione, sia che tu voglia un intero prato o solo una piccola striscia di piante rilassanti. Tutto ciò di cui hai bisogno è un po’ di preparazione del terreno e alcuni semplici passi per garantire il successo.

Quando è il momento migliore per piantare un prato di fiori selvatici?

Il momento migliore per creare un prato di fiori selvatici da zero è l’inizio dell’autunno. Le piante cresceranno meglio su terreni poveri.

Se, tuttavia, hai un terreno particolarmente pesante che si inzuppa facilmente, potrebbe essere meglio aspettare l’inizio della primavera per seminare i tuoi semi. Questo per evitare che i semi marciscano nel terreno durante il tempo molto umido dell’inverno.

Come si crea un prato di fiori selvatici?

come piantare un prato di fiori di campo

1. La prima priorità quando si pianifica come piantare un prato di fiori selvatici è quella di preparare il terreno per la semina. Se stai convertendo un confine di giardino esistente in un prato, rimuovi circa 10-15 cm dello strato superiore di terra. Questo elimina il terreno più nutriente.

2. Scava accuratamente l’area, rimuovendo tutte le erbacce e le radici esistenti. Lavorare fino a quando il terreno assomiglia alle briciole di pane.

3. Stendi dei teli di plastica per un paio di settimane per uccidere le erbacce che continueranno a spuntare. Fai attenzione in particolare ai cardi e al molo, che possono prendere rapidamente il sopravvento.

4. Quando l’area è libera, è pronta per piantare i semi di fiori selvatici. Si consiglia di acquistare un mix pronto da un sito web specializzato, in quanto si otterrà un buon equilibrio di erbe e fiori che si completano a vicenda.

5. Se partire da zero è semplicemente troppo scoraggiante – o troppo faticoso – è possibile convertire una striscia di prato esistente in un prato di fiori selvatici. Tagliare l’erba ad un’altezza di circa 5 cm. Rimuovi tutti i ritagli.

Compra alcune piante di fiori di campo pronte all’uso (prova Wildflower) e spingile direttamente nell’erba, facendo prima un buco con un dibber o una cazzuola appuntita. Spazia le spine a intervalli irregolari per un aspetto naturale. Dovresti puntare a circa cinque piante di plug per metro quadrato.

QUALI SONO LE PIANTE MIGLIORI PER UN PRATO DI FIORI SELVATICI?

come piantare un prato di fiori selvatici: margherita dell'occhio di bue

Prova il trifoglio, l’acetosa comune, la scabiosa di campo, l’occhio di bue, la campionessa rossa, il trifoglio rosso, l’achillea e la carota selvatica.

Includere sempre una pianta chiamata Yellow Rattle nel mix. Questo fiore annuale aiuta a controllare le erbe e impedisce loro di sopraffare i fiori. La maggior parte delle altre piante sono perenni, quindi moriranno in inverno e ricresceranno ogni anno.

Come seminare e piantare un prato di fiori selvatici

come piantare un prato di fiori selvatici

Una volta che il terreno è preparato, è il momento di prepararsi per la semina. Semi misti in quantità accuratamente bilanciate sono disponibili per l’acquisto da siti web specializzati, oppure è possibile acquistarli separatamente e mescolare i propri.

Un buon consiglio per la semina dei semi è quello di mescolarli con cinque parti di sabbia e una parte di semi. Mira a circa 3 grammi di semi per metro quadrato. Usa sempre sabbia tagliente, disponibile nei centri di giardinaggio, piuttosto che la sabbia dei costruttori, che tende ad essere troppo umida.

Mescolare i semi e la sabbia insieme assicurerà una diffusione e una crescita più uniforme. I semi di fiori selvatici sono spesso piccoli, quindi usare questo metodo significa che puoi vedere dove hai già seminato, evitando il rischio di sovraffollare le piantine.

Una volta che i semi sono stati sparsi sul terreno, non coprirli. Basta premerli leggermente con il dorso di una vanga o con i piedi. Se il tempo è secco, innaffia leggermente con un annaffiatoio a rosa, facendo attenzione a non lavare via i semi.

Mantenere un prato di fiori selvatici

come piantare un prato di fiori selvatici

Una volta che hai scoperto come piantare un prato di fiori selvatici, la manutenzione è relativamente bassa, ma ci sono alcuni consigli da prendere in considerazione per ottenere la migliore esposizione nel tuo giardino.

Quando il prato è cresciuto, dovrebbe essere tagliato tre o quattro volte nel primo anno, fino a circa 5 cm di altezza. Non rimuovere le talee per alcuni giorni, perché questo permette ai semi di ricadere nel terreno, dove germineranno e si aggiungeranno alla tua esposizione.

Dopo il primo anno, lascia il prato a se stesso in inverno, e poi falcia o taglia una volta in primavera e una volta in autunno. Si riempirà e si svilupperà, attirando tutti i tipi di fauna selvatica nella tua zona.

Una volta che si è stabilito, falcia un sentiero attraverso il centro del tuo prato per guidare l’occhio in lontananza. È un modo facile ed efficace per creare una caratteristica affascinante del giardino.

Quali sono i benefici di un prato di fiori selvatici?

come piantare un prato di fiori selvatici: farfalla sui fiori

Un prato di fiori selvatici non è solo bello, ma incoraggia una varietà di insetti benefici che aiutano ad impollinare le piante.

Avendo molte piante amiche delle api, creature come le api, le falene, le farfalle, le mosche e le mosche gru possono visitare, così come gli uccelli e le specie di fauna selvatica in pericolo, come i ricci. Queste creature aiuteranno a controllare naturalmente gli afidi e i parassiti del giardino, comprese le lumache.

Trova altri modi per incoraggiare le creature nel tuo giardino con le nostre idee per il giardino della fauna selvatica.

COME CREARE UN PRATO ANNUALE MULTICOLORE

Se vuoi creare uno splendido arcobaleno di colori nel tuo giardino, opta per un prato annuale, piuttosto che un prato di fiori selvatici. C’è meno lavoro, perché queste piante prosperano in un terreno più ricco, quindi possono essere seminate direttamente nelle aiuole e nelle bordure senza la necessità di rimuovere il terriccio. Non c’è nemmeno bisogno di falciare con un prato annuale. Inoltre, si otterrà una caratteristica più colorata perché nei mix annuali vengono usati sia fiori autoctoni che non autoctoni.

Scegli un’area aperta e soleggiata e scava il terreno, rimuovendo tutte le erbacce. Un prato annuale viene seminato a metà o fine primavera. Quando il terreno è pronto, usa una miscela di semi, sia una formula pre-preparata (prova Pictorial Meadows) o, per spazi più piccoli, puoi usare invece una palla di semi pronta (prova Seed Ball).

Per creare il tuo mix personale, prova una combinazione di questi semi: fiordaliso, coreopsis, ammi majus, echinacea purpurea, rucola dolce, fiore del cesto americano, corncockle, papavero californiano e black-eyed susan. Optate per un mix casuale di colori, o tematizzateli, usando solo toni freddi, o magari un tripudio di tonalità calde e audaci.

Un prato annuale crescerà in circa tre mesi, ma dovrà essere riseminato ogni anno con semi freschi.

Usare un tappeto erboso di fiori selvatici per creare un prato

come piantare un prato di fiori selvatici: erba di fiori selvatici

Non hai il tempo di creare un prato di fiori selvatici da zero? Posare un tappeto erboso di fiori selvatici, un rotolo di erba pre-seminata che può essere posato direttamente sul terreno nudo, è un modo veloce per ottenere un prato senza lo sforzo della preparazione o della semina.

Creare un prato di fiori selvatici in un contenitore

Se hai un giardino sul balcone o un giardino in cortile, puoi piantare un mini prato in un vaso.

Scegli un contenitore con fori di drenaggio. Aggiungi uno strato di grana alla base. Riempi con compost senza torba o con un po’ di terra da giardino. Semina dei semi misti sulla superficie e premi delicatamente con il dorso di una cazzuola.

Annaffiare delicatamente, in modo che i semi non vengano lavati via, e mettere in un luogo soleggiato. La primavera (dalla fine di marzo alla fine di maggio) è un buon momento per piantare il contenitore.

Menu