Come fare, Giardinaggio

Coltivare il rabarbaro – tutto quello che devi sapere

Una volta che hai imparato a coltivare il rabarbaro, ti chiederai come hai fatto a vivere senza. Si congela brillantemente in modo da poter avere una fornitura costante di crumble di rabarbaro o di accompagnamenti fruttati per la tua cena arrosto durante tutto l’anno. Il nostro consiglio? Mescola delle fragole coltivate in casa nel tuo crumble e servilo raffreddato con del gelato per un perfetto budino estivo.

La buona notizia è che il rabarbaro è facile da coltivare in casa, ma avrai bisogno di un po’ di pazienza. Se raccogliete i gambi durante il primo anno, il vostro raccolto si ridurrà negli anni futuri. Invece, aumentate il numero di steli che raccogliete ogni anno, lasciandone qualcuno al suo posto ogni volta per aumentare le possibilità di un raccolto eccezionale l’anno successivo.

Un’altra cosa veloce da notare: non essere mai tentato di mangiare le foglie di rabarbaro perché sono velenose per l’uomo.

Ecco la nostra guida passo dopo passo alla coltivazione del rabarbaro, dalle condizioni perfette ai problemi comuni e a come evitarli.

Guida passo passo alla coltivazione del rabarbaro

Metodo:

  1. Inizia con la cosiddetta corona di rabarbaro, che è fondamentalmente la radice di una pianta di rabarbaro che puoi ordinare online o ritirare nei centri di giardinaggio. È meglio piantare la corona all’inizio della primavera.
  2. Scava una buca nel terreno che sia più grande della corona e scava un sacco di compost.
  3. Metti la pianta nella buca con la parte superiore della chioma all’incirca allo stesso livello della superficie del terreno. Riempi intorno alle radici con il terreno e ferma delicatamente. Se stai facendo più di una pianta, lascia molto spazio tra di loro perché a loro piace spargersi.
  4. Mantieni il rabarbaro ben annaffiato e all’inizio della sua crescita ama anche ricevere del fertilizzante generico per piante.
  5. Ricordati di non raccogliere alcuno stelo il primo anno e poi di aumentare la quantità di raccolto con il passare del tempo.

Le migliori condizioni per la coltivazione del rabarbaro

Il rabarbaro è un’ottima pianta per i principianti perché è facile da curare e produrrà un grande raccolto dopo pochi anni. Scegli un luogo soleggiato e mantieni il terreno libero dalle erbacce. Coprite l’area sopra le radici con un fertilizzante generico ogni marzo e annaffiate regolarmente.

In autunno, quando la crescita superiore muore, rimuovi le foglie morte per esporre la corona.

È possibile produrre rabarbaro forzato, cioè un rabarbaro che è stato coperto da un vaso di forzatura a fine inverno in modo da bloccare tutta la luce. Quando gli steli raggiungono la cima del vaso, è pronto per il raccolto. Normalmente sarà pronto tre settimane prima del rabarbaro non forzato.

Quanto tempo richiede la coltivazione del rabarbaro?

Come già detto, non si dovrebbe raccogliere il rabarbaro durante il primo anno per permettere alla pianta di affermarsi e garantire un raccolto più abbondante negli anni futuri.

Il rabarbaro è pronto per la raccolta quando gli steli sono lunghi e di colore rosso scuro, di solito tra maggio e luglio.

Problemi comuni nella coltivazione del rabarbaro

Il problema principale nella coltivazione del rabarbaro è il marciume della corona, che, come suggerisce il nome, fa marcire la corona e fa morire la pianta. Se individuate delle aree colpite, l’RHS suggerisce di tagliarle immediatamente per salvare la pianta.

Anche le lumache possono nutrirsi della giovane pianta e causare danni, quindi usa deterrenti naturali, come la segatura, o, se tutto il resto fallisce, pellet per lumache.

Menu