Come fare, Giardinaggio

Come coltivare i peperoncini

Impara a coltivare i peperoncini nel tuo giardino e non cucinerai più un piatto noioso. Ci sono centinaia di varietà di peperoncini, dai frutti dolci e delicati fino ai tipi piccanti da paura. E sì, hai letto bene, i peperoncini contano come un frutto grazie ai loro semi commestibili… si impara qualcosa di nuovo ogni giorno.

La buona notizia è che i peperoncini sono facili da coltivare e non hanno bisogno di molto spazio. Infatti, è meglio coltivarli in vaso, quindi sono il frutto perfetto da coltivare in piccoli giardini o anche in scatole di vetro. Sono anche un’ottima coltura per chi odia gli sprechi, perché i peperoncini possono essere facilmente essiccati a casa e poi conservati per mesi.

La cosa fondamentale da ricordare è che i peperoncini amano il calore e la luce del sole, quindi coltivateli sempre nel punto più soleggiato e riparato del vostro giardino o su un davanzale soleggiato.

Ecco la nostra guida passo dopo passo per coltivare i peperoncini, quanto tempo ci vorrà e come evitare i problemi più comuni. E se vuoi sapere come coltivare altra frutta e verdura gustosa, vai al nostro hub sulla coltivazione in proprio per altri ottimi consigli.

Quali sono le migliori varietà di peperoncino da coltivare nel Italia?

  • Etna AGM: peperoncini rossi molto piccanti, tenuti in grappoli eretti.
  • Meek & Mild: Peperoncini verdi grandi, delicati, a forma di cuore.
  • Cayenne: Peperoncini rossi, sottili e infuocati.
  • Aji Crystal: frutti mediamente piccanti con un tocco di agrumi. Raccogliere quando è giallo.

Guida passo dopo passo alla coltivazione dei peperoncini

  1. Puoi piantare i tuoi semi di peperoncino in casa da fine inverno a metà primavera. Riempi un vaso di 10 cm con del terriccio, livella e poi semina alcuni semi. La maggior parte dei semi germinerà, quindi non c’è bisogno di seminarne molti di più.
  2. Copri i tuoi semi con uno strato di vermiculite isolante e mettili in un propagatore riscaldato se vuoi che i tuoi semi germinino velocemente. Se non hai/vuoi un propagatore, basta mettere un sacchetto di plastica trasparente da congelatore sopra il vaso e fissarlo.
  3. Una volta germinati, togliete il vaso dal sacchetto o dal propagatore e mettetelo su un davanzale soleggiato o in una serra.
  4. Quando le piante raggiungono i 2,5 cm di altezza, spostare ogni piantina nel proprio vaso da 10 cm, assicurandosi che le radici siano coperte e le foglie appena sopra il terreno. NB. È possibile acquistare le piantine in questa fase nei centri di giardinaggio in tarda primavera.
  5. Man mano che le piante di peperoncino crescono, spostale in vasi più grandi e fissale con stecche di pisello per sostenerle.
  6. Quando le piante sono alte circa 30 cm, pizzica le cime degli steli principali per favorire la formazione di molti rami.
  7. Puoi portare le piante all’aperto alla fine di maggio, quando non c’è possibilità di gelo. Pianta a 45 cm di distanza nel terreno o trasferiscile in vasi da 22 cm. Coprirle con un vello o con delle zucche per proteggerle.
  8. Innaffiare regolarmente le piante di peperoncino e nutrirle con un fertilizzante liquido generico ogni due settimane, da quando compaiono i primi fiori fino alla raccolta dell’ultimo frutto.

Come coltivare i peperoncini

Quando sono pronti i peperoncini per il raccolto?

Puoi iniziare a tagliare i peperoncini dalla tua pianta a partire da luglio. Raccogliere i peperoncini regolarmente incoraggerà la pianta a crescere di più. Tuttavia, i peperoncini più saporiti sono quelli che vengono lasciati maturare fino a raggiungere un colore intenso sulla pianta, quindi è un po’ una questione di equilibrio tra ottenere il sapore migliore e il maggior numero di peperoncini.

Potrai raccogliere la maggior parte delle piante di peperoncino da luglio a ottobre. I peperoncini in eccesso possono essere essiccati a casa e conservati per essere usati durante l’inverno e la primavera.

Problemi comuni nella coltivazione dei peperoncini

Le maggiori minacce per le piante di peperoncino sono la mosca verde (nota anche come afidi), la mosca bianca e la muffa grigia. Rimuovete immediatamente le aree colpite e, se coltivate in serra, usate uno spray per insetti e funghi per proteggere i vostri peperoncini.

Menu