Come fare, Giardinaggio

Come coltivare il basilico: consigli per la coltivazione in casa e all’aperto

Impara a coltivare il basilico e questa erba profumata sarà sempre a portata di mano quando vorrai dare il tocco finale alla tua pizza, pasta o insalata. Il basilico è un caposaldo della cucina italiana e funziona meglio se raccolto fresco e strappato in cima ai piatti appena cucinati, in modo che mantenga il suo sapore. È anche l’ingrediente chiave del pesto fatto in casa.

Il basilico può essere coltivato all’interno o all’esterno, anche se ama condizioni calde e riparate, quindi probabilmente avrete più successo se lo coltivate all’interno. Le piante crescono anche velocemente, quindi dovrai spostarle in vasi più grandi un paio di volte all’anno se scegli di coltivare il basilico in vaso.

Dovresti coltivare i semi di basilico un po’ alla volta da febbraio a luglio per avere un raccolto costante di foglie durante i mesi estivi. Quando le temperature iniziano a scendere in autunno, riporta le piante in casa e avrai foglie anche durante l’inverno.

Continuate a leggere per la nostra guida passo dopo passo alla coltivazione del basilico, da quanto tempo ci vorrà per crescere, ai problemi più comuni e a come evitarli. E se hai voglia di imparare a coltivare un avocado o qualsiasi altro tipo di verdura, troverai molti consigli nel nostro hub dedicato alla coltivazione in proprio.

Guida passo dopo passo alla coltivazione del basilico

come coltivare il basilico

Metodo:

  1. Semina i tuoi semi a 0,5 cm di profondità in piccoli vasi di terriccio senza torba. Metteteli su un davanzale caldo all’interno di sacchetti trasparenti da freezer, o metteteli in un germinatoio, se ne avete uno.
  2. Quando le piantine sono abbastanza grandi, trasferiscile in vasi singoli riempiti di terriccio e mettile su un davanzale caldo.
  3. Puoi continuare a coltivare il basilico in casa su un davanzale – rinvasando man mano che crescono – o spostare le piante all’esterno in letti o contenitori all’inizio dell’estate, quando non ci sono possibilità di gelo.
  4. Dovrete indurire – o acclimatare – le vostre piante se volete spostarle all’esterno. Fallo lasciando le piante fuori durante il giorno e riportandole dentro di notte per due settimane.
  5. Piantatele a 30 cm di distanza l’una dall’altra in un luogo soleggiato, riparato e con un terreno ben drenante.
  6. Fai attenzione a non innaffiare troppo le piante di basilico e non bagnare le foglie, perché questo può causare la formazione dell’oidio.

Il basilico è il condimento perfetto anche per la pizza fatta in casa – dai un’occhiata alla nostra guida ai migliori forni per pizza per trovarne uno che ti piacerà nel tuo giardino.

Come coltivare il basilico dagli avanzi

  1. Il basilico è relativamente facile da far ricrescere dai rametti del supermercato. Metti uno stelo lungo circa 10 cm in un bicchiere d’acqua con le foglie ben al di sopra della linea dell’acqua.
  2. Lascia il bicchiere in una zona luminosa ma non alla luce diretta del sole.
  3. Le radici dovrebbero iniziare a formarsi in pochi giorni e quando queste radici raggiungono i 5 cm di lunghezza, puoi trapiantarle nel terreno e poi seguire i passaggi precedenti, a seconda che tu voglia coltivare le tue piante all’interno o all’esterno.

Quando è pronto a raccogliere il basilico?

basilico su un tagliere

Le tue piante di basilico saranno pronte per la raccolta da giugno a settembre. Raccogli le foglie singolarmente, piuttosto che tagliare metà della pianta, perché questo incoraggerà le foglie a ricrescere, dandoti un periodo di raccolta più lungo.

Assicurati di non lavare le foglie fino a quando non sei pronto per aggiungerle ai tuoi piatti o diventeranno viscide.

Varietà di basilico da coltivare

  • Napoletano – foglie grandi che funzionano bene nel pesto
  • Greco – foglie piccole con un forte sapore di chiodi di garofano
  • Siam Queen – foglie ovali che sono perfette nella cucina thailandese

Problemi comuni nella coltivazione del basilico

Se coltivi le tue piante di basilico all’esterno, le lumache sono la minaccia più grande. Aggiungete della graniglia affilata al terreno, recintate le piante di basilico con delle fascette di rame o mettete del pellet per lumache. Le lumache odiano anche la lavanda e il rosmarino, quindi piantateli accanto al vostro basilico come deterrente.

Menu