Come fare, Giardinaggio

Come coltivare le patate dolci: consigli

Segui la nostra guida passo dopo passo e saprai come coltivare le patate dolci in poco tempo. Questa verdura colorata e versatile è piena di sostanze nutritive ed è deliziosa arrostita, fritta, schiacciata o anche spiralizzata. E si congela molto bene, così il tuo raccolto casalingo non andrà mai sprecato.

Le patate dolci sono tradizionalmente coltivate nei climi più soleggiati, ma sono state sviluppate varietà resistenti che permettono di coltivarle anche qui. Puoi coltivarle all’interno o all’esterno. Nelle zone più fredde, è meglio piantare le patate dolci in una serra, in un poly tunnel o sotto una cloche, ma nelle zone più miti vale la pena provare all’aperto in un luogo riparato e soleggiato, piantate attraverso un telo di plastica nera per aiutare a riscaldare il terreno.

Le patate dolci sono leggermente diverse dalla maggior parte delle verdure in quanto sono normalmente coltivate da talee, dette “slips”, piuttosto che da semi. Le talee sono lunghi germogli rimossi dai tuberi che non hanno ancora radici. Possono sembrare appassiti, ma bisogna metterli in un bicchiere d’acqua durante la notte per farli rivivere e poi piantare una talea per ogni piccolo vaso di terriccio. Non sono molto resistenti in questa fase, quindi dovrai tenerli in condizioni calde e umide per circa tre settimane finché le radici non si saranno ben stabilite.

Puoi comprare le barbatelle online e nei centri di giardinaggio, oppure puoi coltivare le tue da avanzi di patate dolci se vuoi. Abbiamo incluso una guida passo dopo passo qui sotto se vuoi provare.

Continua a leggere per la nostra semplice guida alla coltivazione delle patate dolci, da quanto tempo ci vorrà per coltivarle, ai problemi comuni e come evitarli. Se hai voglia di imparare a coltivare l’aglio per accompagnare i tuoi spicchi di patate dolci, allora guarda la nostra guida passo dopo passo.

Guida passo dopo passo alla coltivazione delle patate dolci

Metodo:

  1. Le barbatelle di patate dolci sono normalmente disponibili da fine aprile. Quando le porti a casa, mettile in acqua per 12 ore e poi piantale in piccoli vasi pieni di compost. Assicurati di coprire tutto il gambo, fino alle foglie.
  2. Coprire con un sacchetto di plastica e collocare in un luogo luminoso e al riparo dal gelo, o mettere in un germinatoio non riscaldato fino a quando non hanno radici.
  3. Dovrai spostare le tue piante in grandi vasi o sacchetti di coltivazione, se necessario, fino a fine maggio o inizio giugno, quando possono essere spostate all’aperto, se lo desideri.
  4. Se sposti le tue piante di patate dolci all’esterno, prepara il terreno stendendo un foglio di polietilene nero sul terreno. Questo aiuterà a scaldare il terreno e a ridurre al minimo le erbacce.
  5. Dovrai indurire le tue piante prima di spostarle all’aperto. Questo significa portarle fuori durante le ore di luce per una settimana, poi lasciarle fuori nei loro vasi esistenti per un’altra settimana prima di trapiantarle nelle aiuole.
  6. Fare dei buchi nel politene e scavare a 15 cm di profondità. Mettere una pianta in ogni buca, lasciando almeno 30-45 cm tra le piante. Coprire con delle zucche o del vello per aiutare a mantenere le piante calde.
  7. Se coltivate in una serra, dovrete sistemare il fogliame su uno spago o un traliccio e mantenere lo spazio ben ventilato. Il fogliame può essere lasciato crescere lungo il terreno all’aperto, ma taglialo quando raggiunge i 60 cm di lunghezza.
  8. Annaffiare regolarmente e nutrire le piante in serra ogni due settimane con un mangime liquido ad alto contenuto di potassio.
  9. Durante i periodi molto freddi, dovrai aggiungere uno strato extra di vello alle piante coltivate all’aperto o farle svernare in grandi vasi al chiuso – un garage va bene se non hai una serra.

Come coltivare le patate dolci dagli scarti

  1. Prendi mezza patata dolce, inserisci degli stuzzicadenti e sospendi il lato tagliato in modo che tocchi la superficie di una ciotola d’acqua poco profonda. Una vecchia bottiglia di plastica o un barattolo di marmellata è perfetto per questo.
  2. Entro pochi giorni, le radici cominceranno a crescere dal basso, mentre gli steli appariranno in cima. Una volta che questi steli hanno raggiunto circa quattro pollici di lunghezza, torcili e mettili in una ciotola d’acqua poco profonda. Questi sono i tuoi steli.
  3. Le radici cominceranno a crescere e una volta che queste hanno raggiunto circa un pollice di lunghezza, puoi piantarle nel compost, lasciando solo le foglie sopra il terreno.

Quando le patate dolci sono pronte per la raccolta?

come coltivare le patate dolci

Le patate dolci sono pronte per la raccolta tra agosto e ottobre. Di solito sono pronte quando le foglie diventano gialle e muoiono. Sollevale da terra con attenzione per evitare lividi.

Varietà di patate dolci da provare

  • Georgia Jet – arancione intenso, una varietà gustosa che funziona bene nel Italia
  • Beauregard Improved – patate dolci e ben aromatizzate simili a quelle che si trovano nei supermercati

Problemi comuni nella coltivazione delle patate dolci

Secondo l’RHS, i ragni rossi di Glasshouse e gli acari a due macchie sono le maggiori minacce per le piante di patate dolci. Le foglie possono diventare pallide, screziate e coperte di tessuto. Entrambi i parassiti prosperano in condizioni di siccità, quindi nebulizza le tue piante regolarmente e usa il controllo biologico in una serra. La mosca bianca è un’altra minaccia che può essere controllata con un insetto repellente.

Menu