Giardinaggio

Come coltivare il calabrese: la nostra guida alla coltivazione del broccolo verde

Prima di mostrarti come coltivare la calabrese, ti starai chiedendo… cos’è la calabrese? E perché assomiglia ai broccoli? Beh, il fatto è che la calabrese è bizzarramente ciò che i supermercati chiamano “broccoli”. Non siamo sicuri del perché questo appellativo sia usato principalmente per i grossi fasci verdi pieni di cimette che conosciamo e amiamo: ci confonde, lo ammettiamo.

In realtà, il vero ‘broccolo’ è il gruppo di verdure con teste più piccole ‘germoglianti’, che include il germoglio viola (da cui il nome). Sia i calabresi che i veri broccoli fanno parte della famiglia Brassica, ma mentre hanno alcune somiglianze visive, sono distinti nelle abitudini di crescita. Tuttavia, una volta che hai capito questo, ci sono molte ragioni molto ovvie per cui dovresti sapere come coltivare il calabrese.

Questi cugini voluminosi ma dal gusto più delicato del clan dei broccoli germogliati sono molto potenti. Oltre ad essere facili da iniziare e da coltivare, questi giganti gentili sono a crescita rapida e prolifici. E se lo fate bene, sarete ricompensati con molteplici raccolti calabresi dalle stesse piante per tutta la tarda estate e l’autunno. Tutto ciò di cui avete bisogno è lo spazio per far sì che questi deliziosi ragazzacci verdi raggiungano il loro pieno potenziale.

Allora, cosa stai aspettando? Qui ti spiegheremo i semplici segreti della semina, della semina e del raccolto per coltivare un banchetto di calabrese carico di bellezza nutrizionale. E per scoprire come coltivare altri piatti sostanziosi, visita le nostre guide su tutto, da come coltivare l’aglio a come coltivare le patate.

Conosci il tuo broccolo calabrese

dettaglio delle cimette commestibili sulla corona di una calabrese

Dovremmo tutti fare spazio nei nostri appezzamenti per coltivare il calabrese, per il semplice fatto che è un superfood. Carico di anticancerogeni e di una serie di vitamine e minerali, è senza dubbio uno degli ortaggi più benefici da coltivare nell’orto. E la buona notizia è che non è così difficile sapere come coltivare il calabrese.

Basta tenere a mente che la calabrese – che prende il nome dalla regione italiana della Calabria – è una coltura estiva. Quindi, anche se fa parte della stessa famiglia di vegetali (Brassica oleracea) che ci dà le nostre grandi brassiche invernali (cavolini di Bruxelles, verza, cavolo e broccoli viola), ha esigenze di coltivazione leggermente diverse. La nostra guida su come coltivare le brassiche invernali contiene informazioni sulla coltivazione dei germogli viola e di altri membri della famiglia delle brassiche.

Mentre i veri broccoli, come il purple sprouting, raggiungono l’apice nei mesi più freddi, il calabrese preferisce sviluppare i suoi abbondanti fasci nei climi più caldi. Seminato, cresciuto e raccolto in quattro o cinque mesi, il calabrese è un coltivatore veloce. Tuttavia, se vuoi ottenere un po’ di più dalla stagione, sei fortunato.

Puoi fare alcune semine successive di una varietà come ‘Belstar’ dai primi di marzo in poi, per raccolti fino a ottobre inoltrato. Oppure mescolate e provate varietà precoci (‘Kabuki’ e ‘Green Magic’) e tardive (‘Chevalier’ e ‘Spiridon’) per prolungare i vostri raccolti di calabrese. Un’altra cosa da tenere presente è che le piante di calabrese sane continuano a produrre teste secondarie dopo che la testa principale è stata raccolta.

E naturalmente, se coltivi la calabrese con il tipo di germogliazione viola, puoi riempire il tavolo della tua cucina di broccoli ancora più a lungo!

Quando coltivare il broccolo calabrese

piante di calabrese in maturazione che crescono insieme sull'appezzamento

Una delle cose migliori da tenere a mente mentre si scopre come coltivare i broccoli calabresi è che si tratta di un ortaggio dal raccolto generoso. Con le giuste tempistiche, il broccolo calabrese, amante dell’estate, può essere una delle vostre cinque colture al giorno fino all’autunno. Questo è particolarmente vero se si scaglionano le semine o si seminano diverse varietà per raccolti multipli.

Con la possibilità di seminare da marzo ad agosto, avete un’ampia finestra di semina per iniziare. Allo stesso modo, puoi seminare in qualsiasi momento da maggio a luglio. Una volta individuata la migliore strategia (e lo spazio) per prolungare i tempi di semina e di coltivazione, potrete raccogliere i frutti per mesi da luglio a ottobre.

L’annosa questione delle scorte si evita facilmente se si seminano piccoli lotti una volta al mese da marzo a giugno”, dice Lucy Chamberlain, esperta di frutta e verdura di Amateur Gardening. Puoi anche conservare i trapianti in frigorifero per piantarli una volta ogni due settimane”. Scegliete varietà resistenti al gelo per i secondi raccolti. Seminato già in tarda estate, si può sgranocchiare una tenera bontà verde fino all’autunno.

Come coltivare i broccoli calabresi

piantine di calabrese pronte per essere piantate nel terreno

Il processo per sapere come coltivare i broccoli calabresi inizia con la preparazione del terreno. Anche se questa coltura è meno esigente della sua controparte invernale, il broccolo germogliante viola, risponde meglio ad alcuni elementi preliminari del terreno. Quindi, assicurati che il terreno sia pronto per la semina e la piantagione: ciò significa che deve essere fertile, solido e ben drenato.

Cominciate a scavare il terreno e aggiungete un po’ di compost da giardino, terriccio o letame ben marcio. Questo aiuterà ad aumentare la fertilità e la struttura. Inforcate la zona qualche giorno prima della semina o della piantagione. Aggiungete molta materia organica voluminosa e ben marcita o compost da giardino – potete scoprire come fare il compost nella nostra guida. Lavora con un fertilizzante organico come il sangue e le ossa di pesce, se puoi.

Devi anche assicurarti che il tuo terreno abbia il giusto pH prima di seminare e piantare il calabrese. Se sai che il tuo terreno è acido, aggiungi della calce da giardino circa una settimana prima. E se non sei sicuro che questo valga per il tuo terreno, controlla! Leggi la nostra guida ai tipi di suolo per scoprire come identificare e correggere i problemi del suolo.

Per ottenere i migliori risultati, il vostro terreno deve avere un pH 7,5 (appena sopra il neutro). Se non siete sicuri della quantità di calce da aggiungere, sbagliate con “di più” – è improbabile che ne aggiungiate troppa. Al contrario, se pensate che potreste aver bisogno di abbassare il pH, aggiungete dei chip di zolfo.

Infine, cammina sul terreno per rassodarlo. Questo aiuterà a prevenire la formazione di rocce di vento, che può spesso accadere con le brassicacee a foglia. Prendetevi del tempo per farlo, perché vi aiuterà a piantare, soprattutto se il vostro terreno è un po’ soffice.

1. Seminare i semi di broccolo calabrese in casa

alcune piantine di calabrese pronte per il diradamento prima di essere piantate

Man mano che impari a coltivare i calabresi, vedrai che più cura puoi dedicare all’inizio, più le cose saranno facili in seguito. Non sono colture difficili da coltivare se sono iniziate bene. Come per altre brassicacee, potete iniziare la calabrese all’aperto o all’interno. L’opzione migliore per voi può dipendere dai tempi, dal tempo, dalla posizione e dallo spazio, o da una combinazione di tutti questi fattori.

Può essere meglio seminare all’esterno se si inizia in tarda primavera o all’inizio dell’estate. Ma se si semina a marzo-aprile, si otterranno i migliori risultati se si inizia sotto copertura in moduli. Tieni presente che alla calabrese non piace disturbare le radici. Quindi, meno compromettete questo aspetto della crescita, meglio è, qualunque sia l’opzione di semina scelta.

  1. Riempire i moduli con il compost. Fai dei piccoli fori centrali in ogni cella, profondi mezzo pollice (1,5 cm). Seminare due semi per modulo e coprire leggermente con il compost. Innaffiare delicatamente, poi mettere su un davanzale o in una serra.
  2. Se entrambi i semi di una cella germinano, diradare solo il più forte. Rimuovi la piantina più debole tagliandola con le forbici (ancora una volta, fai del tuo meglio per non disturbare le radici delle giovani piante che vuoi conservare).
  3. Fai attenzione che le piantine che stanno crescendo non diventino ‘leggy’ (spinose). Questo succede quando le piantine ricevono troppo calore e poca luce. Allevia questo problema assicurandoti che ricevano più luce possibile.
  4. Fai anche attenzione all’irrigazione. Le radici delle piantine calabresi si comportano meglio se vengono fatte “cercare” l’acqua nel compost. Quindi è meglio innaffiare sotto l’acqua che innaffiare troppo, a parte nei giorni molto caldi.
  5. Quando le piantine raggiungono un’altezza di 8 cm e hanno qualche foglia vera, sono pronte per essere piantate fuori. Di solito è il momento di farlo dopo cinque o sei settimane per evitare la congestione delle radici. Puoi scoprire di più su come trapiantare le piantine con la nostra guida.

2. Seminare direttamente i semi di broccolo calabrese all’aperto

come coltivare la calabrese: giovani piantine trapiantate dal letto di semina alle posizioni finali

A partire dalla tarda primavera (in genere intorno a maggio), la semina diretta può dare i migliori risultati per i tuoi broccoli calabresi. Una cosa fondamentale per sapere come coltivare il calabrese è pensare in anticipo. Se c’è ancora il rischio di gelo, seminare sotto una cloche o una cornice fredda per proteggere le giovani piante. O seminare in un letto di semi ben preparato per essere trapiantato più tardi, o sul posto dove volete che il vostro calabrese si sviluppi. Ecco come fare:

  1. Semina in file finemente rastrellate, a distanza di 18-25 pollici (45-60 cm) l’una dall’altra. Lo spazio extra si rivelerà utile se stai seminando in posizioni finali. Dà alle piante (e alle radici) più spazio per crescere e si traduce in teste più grandi al momento del raccolto.
  2. Semina i semi in modo sottile a una profondità di tre quarti di pollice (2 cm). È bene far cadere due o tre semi ogni 10-12 pollici (25-30 cm) lungo la fila.
  3. Coprire leggermente i semi con la terra e inumidire delicatamente per non disturbare i semi. Le piantine dovrebbero spuntare in un paio di settimane.
  4. Quando sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, dirada le tue piantine di calabrese a una ogni 12 pollici (25 cm) circa. Potrebbe essere necessario farlo di nuovo quando le piante sono alte 10 cm, in modo che siano distanziate di 20-24 pollici (50-60 cm).
  5. Se stai seminando in un letto di semina, puoi trapiantare le piantine nella loro posizione finale cinque settimane dopo la semina. Questo avviene di solito quando le giovani piante hanno quattro o cinque foglie vere.

Man mano che le vostre giovani piante di calabrese crescono, potete trapiantarle con colture a crescita più rapida, come insalate, spinaci e ravanelli.

3. Piantare i broccoli calabresi

piantare le piante di calabrese iniziate in casa

L’indurimento è utile quando si impara a coltivare le piantine di broccoli calabresi che sono state avviate in casa. Assicurati che le giovani piante abbiano una settimana-10 giorni per acclimatarsi all’esterno prima di piantarle. Le piantine iniziate su un davanzale beneficeranno di un paio di giorni in una stanza non riscaldata. A seconda del tempo, è possibile utilizzare una cloche, o aumentare la quantità di tempo in cui si lasciano le piante fuori ogni giorno.

Le tue piantine di calabrese sono pronte per essere piantate quando sono alte circa 15 cm. Scegliete una giornata uggiosa per piantare, o provate a farlo di sera in modo che le giovani piante non appassiscano. Potrebbe anche essere utile aggiungere una leggera spolverata di alghe o di letame di pollame alla buca di impianto prima che le piante vi entrino.

La spaziatura è la chiave qui. Volete assicurarvi che le vostre piante di calabrese possano sviluppare radici forti e raccogliere corone generosamente proporzionate. Scegliete spaziature di 20-25 pollici (50-64 cm) se state piantando una grande varietà di calabrese. Se la varietà è più compatta, potete distanziare le piante di 15 pollici (40 cm). Distanziare le file di 18-25in (45-60cm).

Le distanze sono importanti anche per ottenere raccolti secondari dalle piante di calabrese. Come sottolinea Lucy Chamberlain: Una spaziatura generosa incoraggerà la formazione di germogli laterali (e ulteriori raccolti). Ho scoperto che ‘Ironman’ è particolarmente propenso ai germogli laterali”. Tienilo a mente durante la semina per aiutare a estendere e uniformare i tuoi raccolti”.

Per piantare la tua piantina, fai un buco nel terreno della stessa dimensione della piantina o un centimetro più profondo. Spingi il terreno intorno alle radici, ma non stringere troppo. Assicurati che la base della pianta sia sicura (tira delicatamente una foglia per controllarla). Questo ridurrà al minimo il rischio di caduta di vento. Innaffia dopo aver piantato, ma cerca di non inzuppare le piante.

Piantate in giugno-luglio in un’aiuola ben scavata o come parte delle vostre idee di aiuole rialzate, dovrebbero essere pronte per il raccolto in agosto-ottobre. Se preferite coltivare le verdure in vaso, potete anche piantarne alcune in contenitori grandi e profondi. Controllate solo che ci siano dei fori di drenaggio e scegliete i vasi più grandi che potete trovare.

4. Aggiungere supporti e coperture a rete ai broccoli calabresi

assicurarsi che le giovani calabresi siano annaffiate e assicurate all'interno della rete di protezione

Le piante calabresi, come altre piante più grandi della famiglia Brassica, possono diventare grandi. Questa è una delle cose chiave di cui ci si rende conto man mano che si impara a coltivare la calabrese – ecco perché le distanze sono così importanti. Ok, non formeranno torri traballanti come i cavoletti di Bruxelles (scoprite di più su come coltivare i cavoletti di Bruxelles con la nostra guida). Tuttavia, i supporti e le cornici possono aiutare a creare barriere contro il vento se il tuo sito è esposto o ventoso.

Ancora più importante, è necessario assicurarsi di coprire le file di giovani piante di calabrese con un qualche tipo di rete a maglia fine o un vello. Questo proteggerà le piante in via di sviluppo da parassiti come i piccioni e i cavoli bianchi. Lucy Chamberlain raccomanda una rete a prova di insetti se sai che il coleottero delle pulci, la mosca delle radici del cavolo o gli afidi sono locali.

Assicurati che la copertura che usi sia a stretto contatto con il terreno. È una buona idea drappeggiare la rete su un telaio appositamente costruito. Assicurati solo che il telaio che usi permetta alle piante calabresi di avere abbastanza spazio per fiorire comodamente.

Dove coltivare i broccoli calabresi

distanziare bene le piante di calabrese in un luogo riparato e soleggiato

Ecco la buona notizia: queste piante sono piuttosto facili da coltivare una volta che le hai avviate. Quindi non c’è bisogno di preoccuparsi troppo della posizione mentre si impara a coltivare il calabrese. Un orto riparato o un letto rialzato va bene. Finché è un posto soleggiato con un po’ di ombra leggera, sarete felici al momento del raccolto. Contrariamente all’opinione popolare, un po’ di ombra è benefica per la calabrese. Il sole pieno incoraggia la fioritura prematura e può rovinare il sapore.

Come abbiamo spiegato, una componente vitale per una crescita sana e una ricca resa è la qualità del suolo. Se questo è ben drenato e resistente all’umidità, sei sulla strada giusta. Non dimenticate di assicurarvi che il terreno abbia un pH 7,5. E naturalmente, aiuta se metti le tue piante in un terreno che è stato trattato con un fertilizzante. Se non avete fatto il pieno di compost e materia organica, assicuratevi che il vostro sito venga nutrito prima.

Per ridurre al minimo il rischio di malattie delle piante, non coltivare il calabrese dove altri membri della famiglia brassica sono cresciuti di recente. È una buona idea se potete piantare dove precedentemente avete coltivato piselli o fagioli. Questi avranno lasciato dell’azoto utile nel terreno, di cui le brassiche hanno bisogno.

L’altra cosa da tenere presente, come abbiamo sottolineato nella preparazione, è che questa coltura non ama il disturbo delle radici. Tenetelo a mente con qualsiasi posizione che scegliete, o con qualsiasi pianta che coltivate accanto a loro.

A questo proposito, considera la possibilità di coltivare una o due piante di compagnia con il tuo calabrese. Il nasturzio e la menta sono particolarmente utili. Leggete la nostra guida alle piante di compagnia per saperne di più su alcune combinazioni intelligenti di piante che possono dare raccolti migliori.

Come curare i broccoli calabresi

innaffiare le piante di calabrese in fase di maturazione

Anche se è abbastanza facile capire come coltivare i calabresi, ci sono alcuni modi chiave per mantenere queste piante sulla strada giusta. In poche parole: irrigazione, alimentazione e diserbo. Il segreto per una resa elevata è aiutare le piante a sviluppare un’ampia superficie fogliare quando sono giovani, oltre a un forte sistema radicale”, dice Lucy Chamberlain. Quindi, evitare la congestione delle radici e ricordarsi di annaffiare e nutrire regolarmente”.

Dissetate regolarmente il vostro calabrese. Mantenete il terreno umido, soprattutto quando il tempo è secco. Per consigli su come innaffiare le piante, segui la nostra guida. È anche una buona idea applicare uno strato di pacciamatura, perché mantiene il terreno fresco e umido quando la temperatura sale. I nostri consigli sulla pacciamatura ti mostreranno come fare. Tuttavia, non lasciate che le cose si inzuppino, perché questo può essere il colpo di grazia per queste piante.

Tenete presente che i terreni poveri di sostanze nutritive tendono ad avere teste di calabrese più piccole. Nutritevi regolarmente con un fertilizzante liquido ad alto contenuto di azoto o aggiungete pellet di pollo al momento della semina. Un fertilizzante vegetale è anche una buona idea quando le piante maturano e le teste si stanno formando. Mettilo sul terreno intorno agli steli per dare una spinta alle piante e aiutare a mantenere il terreno umido.

Per assicurarti che la crescita della calabrese sia costante e senza impedimenti, estirpa le erbacce intorno alle piante il più attentamente possibile. Fallo con una zappa, facendo particolare attenzione a non disturbare le radici delle colture. Rimuovi tutte le foglie ingiallite per ridurre il rischio di malattie fungine. È anche utile allentare il terreno di tanto in tanto con una cazzuola in modo che le cose non corrano il rischio di impattare – un buon flusso d’aria e il drenaggio sono vitali per la crescita.

Come affrontare i problemi della calabrese

foglie di calabrese danneggiate che sono state divorate dai cavoli bianchi

Quando impari a coltivare il broccolo calabrese, potresti scoprire che le tue giovani piante di calabrese sono come l’erba gatta per i parassiti. Ma non preoccupatevi! La calabrese è comunque una coltura facile da coltivare e da proteggere. Ecco i problemi più probabili che potresti incontrare, e come affrontarli o prevenirli:

  • I piccioni sono grandi amanti delle brassicacee, e la calabrese non fa eccezione. Sono particolarmente attratti dalle teste emergenti, ma possono anche demolire le foglie, lasciando una scia di distruzione nella loro scia. Proteggete le giovani piante di calabrese con una rete a maglia fine o un vello.
  • I coleotteri possono essere un problema in aprile-maggio. Questi parassiti tendono a fare piccoli buchi nelle foglie. Potete salvare le vostre piante con un fertilizzante ricco di azoto. Per evitare che gli attacchi prendano piede, mettete del cartone ricoperto di grasso intorno alle piante per catturare i coleotteri.
  • La mosca delle radici del cavolo è un parassita comune. Fai attenzione alle foglie che appassiscono e si colorano di blu. Il calabrese appena piantato è il più vulnerabile. Sollevate una pianta per ispezionarla, e se vedete piccole larve sulle radici, è troppo tardi. Per prevenire questo parassita, usate dei collari per cavoli intorno ai gambi. Se hai coperto anche le colture con una rete protettiva, dovresti essere a posto.
  • I cavoli bianchi sono grandi fan del calabrese e amano deporre le uova sotto le foglie. Una volta che le uova si schiudono, i bruchi si scatenano. Vedrai dei buchi nelle foglie – e probabilmente i bruchi! In caso di attacchi lievi, si possono raccogliere le uova o i bruchi, ma il piano migliore è quello di coprire le piante con una rete a maglia fine o un vello in modo che le farfalle non possano causare problemi.
  • La radice a bastoncello è un problema comune delle brassicacee. Nelle piante colpite, le radici si gonfiano e le foglie ingialliscono e appassiscono. Per combattere questo problema, migliorare il drenaggio e aggiungere calce: si consiglia di calcare i terreni acidi a pH7-7,5. Se il clubroot è un problema locale noto, Lucy raccomanda anche varietà che hanno una resistenza nota, come ‘Komodo’ e ‘Monclano’.
  • Potreste vedere delle scie argentee sulle foglie delle giovani piante che sono state piantate fuori: la prova delle lumache. Per combatterle, provate i ‘lumachicida’ (tazze o piatti di birra) posti nelle vicinanze. In alternativa, mettete un anello di conchiglie di mare o di ostriche schiacciate (o simili) intorno alla base della pianta. Per saperne di più su come sbarazzarsi delle lumache, leggi la nostra guida.

Quando raccogliere i broccoli calabresi

raccolta della calabrese quando le cimette sono ancora strette e chiuse

Parte dell’abilità di sapere come coltivare i broccoli calabresi è scegliere il momento giusto per raccoglierli. Questo è riconosciuto essere circa 80 giorni, o prima, a seconda della varietà. Il momento migliore dipende non solo dalle dimensioni della testa o corona principale, ma anche dai grappoli (perline).

Questi grappoli sono fiori giovani (fiori). Il trucco è di raccogliere quando questi germogli di fiori (lance) sono ben sviluppati, ma ancora in boccio – prima che si aprano. Ecco alcune linee guida per aiutarti a raccogliere i tuoi:

  1. La calabrese può essere raccolta dalla fine dell’estate all’autunno, a seconda della varietà e di quando viene seminata. Raccogliete il cespo centrale quando ha un diametro di 15-18 cm, prima che le perle comincino ad allentarsi. Tagliare circa 5-6in (13-15cm) sotto il cespo maturo, facendo attenzione a non sconvolgere le radici.
  2. Usando un coltello affilato, tagliare la testa mentre è ancora ferma. Non toccare il resto della pianta a questo punto. La pianta produrrà poi dei germogli secondari, più piccoli, che possono essere raccolti.
  3. Raccogli questi germogli laterali a intervalli regolari quando sono lunghi 10 cm. Questo incoraggerà la ricrescita. La raccolta regolare può prolungare la stagione di raccolta dei vostri broccoli calabresi fino a otto settimane.
  4. Tieni solo d’occhio il ‘bolting’, dove il calabrese essenzialmente ‘fiorisce’ – in altre parole, le gemme si aprono e cominciano a diventare gialle, A questo punto, diventa presto immangiabile. Controllare le piante almeno due volte alla settimana.
  5. Quei gustosi germogli laterali continueranno ad arrivare finché continuerete a tagliare, quindi sfruttateli al massimo. Fallo bene, e avrai raccolti per tre mesi o più. Se smetti di tagliare per più di qualche giorno, la pianta si spegne, va in seme e muore.
  6. Goditi i tuoi raccolti calabresi freschi o conserva le cimette fresche in frigorifero per una settimana. Non lavare le cime fino a poco prima di essere pronti a mangiarle. Diverse varietà di broccoli calabresi sono ottime anche congelate.
  7. Cuocere al vapore piuttosto che bollire per conservare meglio il sapore e le vitamine. Le lance piccole sono ottime per il soffritto, mentre i gambi spessi vanno bene per le zuppe. Vuoi coltivare altre piante per ravvivare i piatti? Scopri come coltivare le zucchine con i nostri consigli da esperti.

i germogli laterali di una calabrese a cui è stata tolta la corona ma che sta ancora crescendo

Le migliori varietà di broccoli calabresi da provare

Ora che sai come coltivare i broccoli calabresi, ecco alcune delle varietà più gustose e affidabili da provare:

1. ‘Belstar’.

come coltivare la calabrese: varietà Calabrese Belstar

Compatto, duraturo e tollerante al calore con teste bluastre, sei pollici di diametro. Questa varietà ha guadagnato un RHS Award of Garden Merit (AGM) per la sua eccellenza. Può essere seminata in successione da aprile a giugno e matura in 65 giorni. Produce molti germogli laterali una volta che la testa principale viene rimossa. Semina da aprile, raccolta fino a settembre.

2. Fiesta

varietà Calabrese Fiesta

Allunga le tue estati con questa vincitrice AGM a grande cupola. Tollerante al caldo, teste grandi e strette e steli forti. Prolifico raccolto calabrese con un sacco di germogli laterali in tarda estate e autunno. Questa varietà è anche una buona scommessa per il congelamento se vi ritrovate con una sovrabbondanza. Semina da febbraio ad agosto, raccolta da maggio a novembre.

3. ‘Magia verde’.

varietà Calabrese Green Magic

Questa varietà ibrida di colore verde intenso è appositamente allevata per la sua tolleranza al calore e funziona bene in spazi più stretti. E’ un calabrese a maturazione precoce, e le teste mature appaiono già 60-70 giorni dopo la semina. Ha anche un’eccellente resistenza alle malattie, in particolare alla ruggine bianca. Conosciuta per avere un delizioso sapore di burro. Semina da marzo, raccolta fino a settembre.

4. Kabuki

varietà Calabrese Kabuki

Questo calabrese a maturazione rapida può essere seminato fino alla terza settimana di luglio. Cresce fino alla metà dell’altezza di altre varietà e molto compatta, quindi ideale per giardini più piccoli e per aumentare le rese. Forte resistenza alle malattie e particolarmente buona per evitare la botrite e l’oidio. Un altro buon calabrese per il congelamento. Seminare da marzo a luglio, raccogliere fino a novembre.

5. Maratona

varietà Calabrese Marathon

Una delle varietà calabresi più affidabili e di lunga durata da provare, quindi è ottima per i principianti. Prospera nella maggior parte dei tipi di terreno e produce corone blu-verdi sode e dense di gustose perle per diversi mesi. Questo vincitore AGM ha anche un’eccezionale resistenza alle malattie. Seminare da aprile ad agosto e raccogliere da luglio a novembre.

E gli altri tipi di broccoli?

germoglio viola pronto per la raccolta

Una volta che hai imparato a coltivare il calabrese, potresti esplorare altre gustose colture della famiglia dei broccoli. Eccone tre che vale la pena coltivare nel tuo giardino:

  • Rapini: Conosciuto anche come broccoli rabbiosi (B. ruvo) o broccoletti, rabe, rapini o broccoli italiani. Questa pianta è più strettamente legata alla rapa. Tuttavia, piuttosto che sviluppare una radice ingrossata, germoglia mini cimette e foglie commestibili. Si raccoglie a circa 40-60 giorni dalla semina.
  • Gai lan: Conosciuta anche come Kai-lan o broccolo cinese (B. oleracea var. alboglabra), questa brassica a crescita rapida è strettamente imparentata con la calabrese, ma è più una verdura a foglia con fogliame blu lucido, piccoli fiori e steli sottili come matite. Si raccoglie a circa 50-70 giorni dalla semina.
  • Broccolo germogliato viola: Grande brassica invernale che produce mini cimette multiple e vibranti, e anche le sue foglie sono commestibili. Resistente e vigoroso, è un’aggiunta allegra all’orto nei mesi più tranquilli. Ci vogliono almeno tre mesi per maturare dalla semina.
Menu