Come fare

Manutenzione della piscina: consigli su come prendersi cura di una piscina da giardino

Hai bisogno di una guida per la manutenzione della piscina? Sei nel posto giusto. Come ci si può aspettare, c’è un po’ di manutenzione da fare quando si possiede una piscina, ma niente di troppo complicato se sai come fare.

Forse le nostre idee di piscina da giardino ti hanno ispirato per la tua. Hanno tonnellate di benefici, dopo tutto, e possono anche essere bellissime. Ma prima di impegnarsi, è bene conoscere le basi della cura della piscina. Infatti, anche se ne possiedi una da un po’, un aggiornamento su come prendersi cura di una piscina da giardino è sempre utile – soprattutto ora che il tempo è più caldo.

Non prendersi cura di una piscina in modo appropriato può portare a un’acqua sporca e piena di alghe – e naturalmente, sguazzarci dentro non è l’idea di divertimento per nessuno. Non solo può essere pericoloso per la tua salute, ma può anche diminuire la durata della tua piscina. Tuttavia, con i giusti consigli e trucchi, la manutenzione della piscina può essere un gioco da ragazzi e garantirà che l’acqua rimanga cristallina.

piscina da giardino

Manutenzione della piscina: 5 consigli per una piscina pulita e sana

Tenere pulita la piscina del tuo cortile è una parte importante dell’essere proprietario di una piscina. Queste linee guida sono un ottimo punto di partenza per la maggior parte degli stili. Tuttavia, se vuoi un posto rinfrescante per nuotare che richieda meno manutenzione di un design convenzionale, potresti invece considerare le piscine naturali.

1. Scremare tutti i detriti

Non importa che tipo di idee per l’abbellimento del paesaggio della piscina abbiate scelto, foglie, ramoscelli e altri pezzi possono facilmente trovare la loro strada nell’acqua – specialmente se avete un design esterno. Per fortuna, uno dei lavori di manutenzione della piscina più semplici è quello di scremare questi oggetti con una rete per piscine.

Prova a farlo ogni giorno, o almeno ogni volta che usi la piscina – non ci vuole molto e alcune persone lo trovano piuttosto terapeutico. Non solo renderà il nuoto molto più piacevole, ma rimuovendo rapidamente i detriti si eviterà che macchino la piscina, se dovessero cadere sul fondo.

piscina con rete per la pulizia della piscina

2. Spazzolare le pareti e il pavimento per evitare l’accumulo

Nel corso del tempo, alghe, depositi minerali, oli e altri sedimenti possono accumularsi nella tua piscina creando una pellicola sulle pareti e sul pavimento – se non ti occupi di spazzolare regolarmente.

È semplice da fare. Basta usare una spazzola per piscina e pulire a fondo tutte le superfici della piscina – pareti, pavimento e gradini – lavorando verso lo scarico principale.

È meglio farlo almeno una volta alla settimana. Tuttavia, è generalmente una buona idea spazzolare la piscina anche dopo aver aggiunto dei trattamenti chimici. Questo può aiutarli a dissolversi rapidamente, il che impedisce loro di incidere la superficie della piscina.

piscina con sedie a sdraio

3. Aspirare il fondo della piscina

Un altro consiglio per la pulizia quando si tratta di imparare a prendersi cura di una piscina da giardino è quello di passare l’aspirapolvere. Come puoi immaginare, questo ripulirà il fondo della piscina dai detriti. L’ideale sarebbe farlo una volta alla settimana.

Ci sono due tipi di aspirapolvere per piscina: automatico e manuale. Gli aspiratori automatici sono più costosi, ma si prendono cura del lavoro per te – ideale se stai cercando idee per un giardino a bassa manutenzione. Devi semplicemente collegarli e lasciarli fare il loro lavoro.

Gli aspirapolvere manuali consistono in una testa di aspirazione che si attacca a un’asta telescopica. Un tubo viene poi fissato alla testa di aspirazione, con l’altra estremità che si attacca allo skimmer della tua piscina usando una piastra di aspirazione.

Se la tua piscina ha una valvola multiporta, generalmente vorrai impostarla su “filtro” mentre aspiri. Per le piscine molto sporche (per esempio, quando fai la prima pulizia dopo l’inverno), imposta la valvola multiporta su “rifiuti”. Tieni presente che l’impostazione di scarico abbasserà il livello dell’acqua della tua piscina, il che significa che dovrai riempirla con un tubo mentre lavori.

aspirare il fondo della piscina

4. Pratica una corretta circolazione

Il prossimo passo nella lista della manutenzione della piscina è la circolazione dell’acqua – e questo è cruciale quanto i passi precedenti. È necessario assicurarsi che l’acqua si muova correttamente attraverso lo skimmer, la pompa, il filtro e i getti – l’acqua stagnante favorisce le alghe e i batteri e non è certo ciò che si desidera per una piacevole esperienza di nuoto.

Prima di tutto, avrete bisogno di far funzionare la vostra pompa per circa 8-12 ore al giorno, come suggerisce SwimmingPool.com – un po’ di più se siete in un clima caldo. Se compri una pompa per piscina a velocità variabile, puoi risparmiare denaro ed energia, perché puoi farla funzionare a una velocità inferiore per tutto il giorno, aggiungono.

Dovrai anche pulire i cestelli dello skimmer – circa una o due volte alla settimana. Per farlo, spegni la pompa e rimuovi semplicemente il cestello per svuotarlo, prima di sostituirlo.

piscina esterna illuminata di notte da XL Pools

Dovrai tenere sotto controllo anche i filtri della piscina. Ci sono diversi tipi di filtri comunemente usati nelle piscine, e richiedono metodi di pulizia leggermente diversi.

Per prima cosa, parliamo dei filtri a sabbia, vetro o terra diatomacea (DE). Se la tua piscina è più torbida del solito, o se il manometro del filtro segna 10 psi più alti del normale, allora è probabilmente il momento di dare una bella pulita. I filtri a sabbia o a vetro hanno generalmente bisogno di essere puliti più spesso di quelli a diatomee – circa una volta ogni due settimane. Quelli di terra hanno normalmente bisogno di essere puliti una manciata di volte a stagione.

Per farlo, imposta la valvola multiporta della tua piscina su ‘backwash’ per qualche minuto, prima di impostarla su ‘risciacquo’. Ripeti questo processo un paio di volte, diminuendo man mano il tempo di controlavaggio. Avrai bisogno di riempire un filtro DE con altra polvere DE dopo aver fatto questo.

I filtri a cartuccia hanno bisogno di un trattamento leggermente diverso. Tutto quello che devi fare è rimuovere il filtro (assicurati che la pompa della piscina sia spenta prima) e dargli una bella pulita con un tubo. Dovrete farlo ogni due o sei settimane circa – ma come per gli altri filtri, tenete d’occhio anche il manometro, perché è un segno rivelatore. Una volta all’anno, immergetelo per 12 ore in una soluzione specifica per la pulizia dei filtri a cartuccia per piscina.

piscina fuori casa in giardino

5. Ottieni il giusto equilibrio chimico

Un ultimo fattore per una buona manutenzione della piscina è l’equilibrio delle sostanze chimiche nell’acqua.

La prima cosa da controllare sono i livelli di pH. Il livello ottimale è 7,0-7,6. Se è più basso, l’acqua sarà troppo acida, il che può corrodere la piscina nel tempo. Se è superiore, la piscina sarà troppo alcalina, il che può portare a problemi di incrostazioni, acqua torbida e perdita di efficacia del cloro.

Testa la tua acqua circa una volta alla settimana (o più se la usi quotidianamente) e regolala di conseguenza con i bilanciatori per piscine acquistati in commercio per mantenere la tua piscina in condizioni ottimali. Leggi sempre le istruzioni sull’etichetta e indossa indumenti protettivi e occhiali di sicurezza quando lavori con i prodotti chimici.

piscina coperta con porte che si aprono sul giardino di Origin Leisure

Un altro fattore da controllare come parte della tua routine di manutenzione della piscina è il livello del disinfettante – stiamo parlando di cloro o bromo. Il bromo è più costoso, ma non ha un odore così forte ed è più gentile con la pelle. Entrambi aiutano a distruggere i batteri e a mantenere l’acqua pulita, e i livelli devono rimanere stabili. Ci sono semplici strisce di test che puoi comprare per controllare i tuoi livelli – cerca di farlo ogni giorno.

Ogni piscina ha bisogno di una quantità diversa di disinfettante da aggiungere regolarmente – quindi se hai bisogno di ulteriori consigli, è sempre meglio chiedere al produttore della piscina.

Dovrai anche dare uno “shock” alla tua piscina – generalmente una volta alla settimana. Si tratta di una dose concentrata di disinfettante (anche se è necessario utilizzare un prodotto specifico, non solo aggiungere una dose più alta del solito cloro o bromo). Seguite le istruzioni della confezione come per qualsiasi prodotto chimico. Di solito bisogna aspettare almeno otto ore per poter usare di nuovo la piscina in sicurezza dopo un trattamento.

test del cloro e del ph in piscina

Cose extra per la manutenzione della piscina a cui prestare attenzione

Mantenere una corretta manutenzione della piscina aiuta la tua piscina a durare più a lungo e a rimanere in ottime condizioni. Tuttavia, a volte le cose possono andare male e richiedono l’aiuto di un esperto. Il team della SPATA (Swimming Pool and Allied Trades Association) suggerisce di tenere d’occhio quanto segue:

  • Un rumore particolare che proviene dalla stanza dell’impianto
  • Una zona umida nella stanza dell’impianto
  • Se la piscina non è in temperatura, anche se pensi che il riscaldatore della piscina stia funzionando
  • Se l’acqua della piscina è verde, anche se pensi che i livelli chimici siano corretti
  • Se ti senti a disagio con l’umidità o la temperatura dell’aria nella sala della piscina
  • Se ci sono livelli insoliti di condensa sul vetro o sulle pareti della sala da biliardo
  • Se c’è crescita di muffa a causa di un basso flusso d’aria (e filtri dell’aria sporchi)

Se uno dei suddetti casi accade alla tua piscina e non sei sicuro di cosa fare, “devi contattare un esperto”, dice il team. Proprio come porteresti la tua auto in un’officina di fiducia per qualsiasi lavoro di manutenzione o riparazione, saranno in grado di diagnosticare qualsiasi problema e risolverlo”.

La cosa migliore da fare è contattare l’installatore della piscina. Molti installatori di piscine offrono contratti di manutenzione, quindi vale la pena chiedere al tuo appaltatore della piscina quali servizi di assistenza offrono o se hanno un fornitore di manutenzione della piscina che possono raccomandare. Questo ti assicurerà il massimo godimento dal possedere la tua piscina o spa”.

casa moderna e piscina

Ci sono anche alcuni obblighi “statutari” per i proprietari di piscine o spa interrate, spiega la SPATA. Questi includono quanto segue:

  • Le caldaie a gas e a olio devono essere revisionate secondo le istruzioni del produttore.
  • Gli interruttori elettrici e i dispositivi di dispersione a terra devono essere controllati annualmente.
  • I sistemi di refrigerazione (pompe di calore) devono essere controllati ogni anno per le perdite secondo le norme del gas.

Anche se hai il tempo e l’energia per prenderti cura della piscina da solo, considera di farla controllare almeno una volta all’anno da un professionista”, aggiunge SPATA. Dopotutto, le piscine sono il loro business, e vedranno cose che voi potreste non aver notato, dimenticato o semplicemente ignorato, quindi fidatevi dei professionisti”.

idee giardino a più livelli: piscina

Quando si dovrebbe effettuare la manutenzione della piscina?

Le società di manutenzione delle piscine spesso offrono servizi di apertura primaverile e di chiusura autunnale”, spiega SPATA. Questi sono i momenti giusti per controllare che tutto sia in ordine per godersi la proprietà di piscine e spa senza problemi”.

Tuttavia, come ora sapete dopo aver letto questa guida sulla manutenzione delle piscine, ci sono molti lavori di pulizia e di manutenzione che devono essere fatti molto più frequentemente. Naturalmente, se non hai voglia di farlo da solo, puoi assumere un professionista della manutenzione della piscina su base regolare – per esempio, una volta alla settimana.

piscina all'aperto sul ponte da Home Counties Pools & Hot Tubs

Quanto costa la manutenzione della piscina?

Naturalmente, occuparsi da soli della manutenzione quotidiana della piscina è meglio per il tuo budget, ma alcune persone semplicemente non ne hanno il tempo. Se invece preferite assumere qualcuno, aspettatevi di pagare da 100 a 150 euro al mese per la manutenzione settimanale o bisettimanale da parte di un professionista, secondo HomeAdvisor.com (circa 70 – 110 euro). Questo normalmente include compiti come controllare il livello dell’acqua, testare la chimica dell’acqua, applicare prodotti chimici e svuotare gli skimmer.

Potreste anche voler assumere un professionista per aprire e chiudere la vostra piscina. HomeAdvisor.com stima che chiudere una piscina per l’inverno può costare dai 150 ai 300 euro. Questo include lavori come lo scuotimento dell’acqua, il controlavaggio del filtro, l’abbassamento del livello dell’acqua e l’installazione della copertura. Tendenzialmente costa circa lo stesso per riaprirlo di nuovo quando il tempo si riscalda.

Ricorda che ci sono anche altri costi – cose come le riparazioni, l’elettricità per far funzionare la pompa e l’acqua contribuiscono tutti al prezzo complessivo di mantenere una piscina. Se stai cercando modi per risparmiare nel tuo giardino per bilanciare i costi, vale la pena controllare la nostra rubrica di idee economiche per il giardino.

piscina all'aperto con ponte da XL Pools

Cosa succede quando metti troppo cloro in una piscina?

Se la tua piscina fa parte delle tue idee di giardino per la famiglia o solo per te, è importante tenere sotto controllo i livelli di cloro. Troppo cloro in una piscina può avere effetti dannosi sia per te che per la piscina stessa. In primo luogo, può irritare gli occhi, la pelle e persino i polmoni se si nuota in una piscina troppo clorata. In secondo luogo, renderà l’acqua acida, che è corrosiva per la struttura della piscina.

Il modo migliore per capire se la tua piscina ha troppo cloro è fare un semplice test con una striscia per il test del cloro. Se è troppo alto, smetti di usare la piscina e aggiungi dei prodotti chimici neutralizzanti fatti apposta per risolvere il problema, seguendo attentamente le istruzioni. Potrebbe essere necessario bilanciare anche i livelli di pH.

Menu